Lunedì 07 Ottobre 2013

«Taxi: 29,30 euro per 6 chilometri»
Il tassista replica: «16 km e festivo»

«Ventinove euro e 30 centesimi per un percorso di 6 chilometri, dalla zona Ramera alla stazione Fs? Non è assolutamente vero». Massimiliano Manzoni, il tassista che si è sentito contestare il costo di una corsa da un lettore non ci sta e replica.

«Lungi da me dal voler fare polemica - ha detto alla nostra redazione -, però le cose stanno diversamente rispetto a quanto riferito dal lettore. Anzitutto si tratta di una corsa prenotata, documentabile dal nostro centralino Radiotaxi, in partenza dalla stazione ferroviaria. Quel giorno - domenica - come è noto la città era praticamente bloccata al traffico per varie manifestazioni. Ho dovuto percorrere necessariamente la circonvallazione per raggiungere via del Mulino, zona Valmarina, come richiesto. Dalla stazione, appena sono partito, il tassametro ha visualizzato i primi 5 euro e 20 centesimi, essendo fra l'altro giornata festiva. Se poi vogliamo guardare i chilometri, non sono 6 bensì 16, perchè il conteggio si fa dalla partenza della stazione. Devo pure aggiungere che la legge regionale - da noi contrastata - prevede una progressione della tariffa e quando si raggiungono i 14 euro i costi raddoppiano».

«Non voglio aprire polemiche o dibattiti - aggiunge Manzoni - però era opportuna una puntualizzazione. Fra l'altro il cliente di fronte alla cifra di 29,30 euro mi ha chiesto di arrotondare a 30 euro e a mia volta ho erogato regolare ricevuta. Spero di aver chiarito la questione, probabilmente il cliente non sapeva che i conteggi si fanno dal momento in cui il taxi parte, ma certe volte basta spiegarsi con il tassista e tutto si puòà risolvere».

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags