Martedì 08 Ottobre 2013

Abusivismo finanziario a Firenze
Arrestati anche due bergamaschi

Sono coinvolti anche due bergamaschi nell'operazione compiuta dai militari del Nucleo di polizia tributaria di Firenze che hanno dato esecuzione a quattro ordinanze di custodia cautelare, sia in carcere che ai domiciliari, emesse dal gip del Tribunale di Firenze, nei confronti di altrettanti componenti di un'associazione a delinquere transnazionale dedita all'abusivismo finanziario.

Si tratta di Z.M., consulente finanziario nato a Milano ma residente in Svizzera, coadiuvato da altri soggetti, tra cui S.M.R. e G.S., entrambi della provincia di Bergamo, e M.M., residente nella provincia di Torino: questi avevano creato un'organizzazione dedita alla gestione non autorizzata dei rapporti con imprenditori italiani che si concretizzava con la formulazione di proposte di investimenti e la loro successiva gestione, anche attraverso l'allocazione all'estero (Svizzera e Principato di Monaco) delle risorse finanziarie raccolte.

Nel solo primo semestre del 2013 il volume delle somme raccolte dal gruppo è risultato pari ad euro 200.000.000 circa. Le attività investigative hanno anche permesso di documentare, con riprese video, alcuni incontri che avvenivano nelle hall di alcuni alberghi fiorentini, nel corso dei quali si perfezionavano i passaggi di denaro tra gli imprenditori e alcuni componenti il sodalizio criminale. Le indagini sono ora orientate a verificare la provenienza delle somme investite dai clienti.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags