Mercoledì 23 Ottobre 2013

Caccia al siluro nelle Torbiere
Lo show va in onda in Giappone

«Occhi a mandorla» in pole position sull'acqua per «silurare» il siluro, il mostro di «Loch Ness» senza competitors che da anni imperversa sul Sebino e nell'Oglio. Specie fortemente adattabile ed estremamente prolifica.

L'inedita battaglia d'acqua dolce si è svolta nella mattinata di martedì nella riserva naturale delle Torbiere del Sebino di Iseo: protagonista una troupe di dieci inviati dell'emittente nazionale giapponese Tbs di Tokyo, al cui network fanno capo 28 reti e 34 stazioni radiofoniche.

Gli inviati, accompagnati da responsabili e tecnici del Consorzio dell'Oglio di Brescia, ente sovraccomunale che regolamenta il deflusso lacuale, hanno partecipato a una battuta con elettropesca da barca, strumento elettrico che tramortisce e permette la cattura dei pesci presenti nell'area di pochi metri.

«Le previsioni meteo – sottolinea Massimo Buizza, direttore del Consorzio dell'Oglio – ci hanno indotto a dirottare gli ospiti sullo specchio della riserva delle Torbiere, privo di correnti rispetto all'Oglio ma con caratteristiche simili al lago. Una battuta mattutina che ha portato alla pesca di un siluro di 1 metro e 30 centimetri di lunghezza per un peso di 40 kg».

Leggi di più su L'Eco in edicola mercoledì 23 ottobre

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags