Venerdì 25 Ottobre 2013

Maltempo, Valcamonica in tilt
Allagamenti anche a Calvenzano

Il cartellone luminoso dell'Anas lungo la statale 42 a Lovere, prima dell'omonima galleria, parlava chiaro: «Statale 42 interrotta a Malonno». Una esondazione del fiume Oglio si è mangiata 75 metri di carreggiata interrompendo la comunicazione con l'alta valle Camonica, rimasta di fatto isolata per diciotto ore.

Le prime avvisaglie di quanto stava accadendo si erano registrate mercoledì sera verso le 22: il fiume stava straripando tra Sonico e Malonno, a causa dei detriti scesi a fine luglio 2012 fa dalla val Rabbia (250 mila metri cubi di materiale) e mai rimossi dall'alveo.

L'acqua e il fango hanno invaso la carreggiata facendo scattare l'allarme: la circolazione era stata subito interrotta evitando il peggio. Non si è quindi fatto male nessuno, ma il fiume ha continuato a spingere.

Vigili del fuoco in azione anche a Calvenzano per evitare che la roggia Babbiona provocasse ulteriori danni alle abitazioni poste in prossimità del torrente, allagate nei seminterrati. Il corso d'acqua verso le 14 di mercoledì è infatti è parzialmente esondato andando a invadere gli scantinati di tre case situate in via Locatelli, lungo il tratto di un centinaio di metri del canale che non è stato ancora coperto e tombinato.

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo del 25 ottobre

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags