Lunedì 03 Marzo 2003

Treviglio, nonostante il blocco tornano a salire le polveri

ECCO LA STORIA DEL BLOCCO DI IERI

Circonvallazione esterna intasata, parcheggi a ridosso della circonvallazione interna presi d’assalto, residenti soddisfatti, negozianti, lavoratori e automobilisti un po’ meno. Ecco gli effetti del blocco totale della circolazione scattato oggi a Treviglio, la prima volta in un giorno non festivo. Proprio il fatto che lo stop sia arrivato in un giorno lavorativo ha creato più difficoltà: il centro della cittadina della Bassa è rimasto chiuso al traffico dalle 9 (per consentire l’arrivo a scuola degli studenti) alle 19.

Tutto comunque si è svolto regolarmente: poche multe, e pochi anche i permessi (rilasciati solo in caso di estrema necessità). Soddisfatti soprattutto pensionati e residenti, molti dei quali hanno riscoperto la bicicletta, mentre le critiche più forti sono arrivate da chi abita lontano e lavora in centro.

Oggi la concentrazione di polveri sottili, che ha fatto decidere per il blocco, è scesa ben al di sotto del livello di attenzione (43 microgrammi per metro cubo). Resta comunque, almeno per il momento, confermato il bis del blocco per domenica: come oggi la circolazione sarà vietata nel centro storico e sulla circonvallazione interna (viale Partigiano, viale Battisti, via Cavour, piazza Cameroni, viale Oriano, piazza Insurrezione, viale Filagno, piazza del Popolo e in tutta la zona all’interno di queste strade) a tutti i veicoli non adibiti a servizio pubblico.

Il blocco sarà replicato anche tutte le ultime domeniche di ogni mese, fino a settembre.

(05/03/2003)

Su L’Eco di Bergamo del 06 marzo 2003

f.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags