Giovedì 31 Ottobre 2013

V° bando Distretti del commercio
Premiate 17 realtà bergamasche

"Regione Lombardia crede nei Distretti e il provvedimento di oggi dimostra che vogliamo continuare a investire per la valorizzazione degli spazi urbani con presenza di attività commerciali, e per la cooperazione tra gli operatori, riconoscendo alla funzione commerciale un ruolo strategico di supporto qualità della vita e la coesione sociale". L'ha detto l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario Alberto Cavalli, al termine della seduta della Giunta regionale  durante la quale è stata approvata la delibera  che ha destinato al V  bando dei Distretti 1.225.000 di euro,  che portano la  dotazione finanziaria complessiva a 5.235.000 euro.

"Grazie a questo stanziamento ulteriore - ha sottolineato l'assessore Cavalli - è possibile finanziare tutti i Distretti ammessi a contributo, compresi quelli che nel decreto di approvazione della graduatoria pubblicata oggi, pur risultando in posizione utile per l'ammissibilità del progetto, non riuscivano ad ottenere il contributo richiesto per effetto dell'esaurimento delle risorse finanziarie".
 
97 DOMANDE  PRESENTATE - "Con il quinto bando - ha detto
l'assessore- sono pervenute 97 domande: 6 per la qualificazione e lo sviluppo attraverso iniziative di governance evoluta; 58 domande per l'attrattività e l'animazione del territorio; 33 domande per il sostegno alle imprese. Sono state ammesse a contributo 82 domande, in quanto hanno raggiunto il punteggio minimo previsto dal bando (60 punti): ciò dimostra - ha rimarcato l'assessore- la qualità delle proposte progettuali.
Complessivamente l'investimento garantito è di 14.192.000 euro; viene dunque moltiplicato per tre l'impegno economico di Regione Lombardia".

I PROGETTI -  "Grazie al contributo di Regione Lombardia - ha spiegato l'Assessore Alberto Cavalli - saranno realizzate, ad esempio, piattaforme informatiche per la promozione di itinerari dell'attrattività e relativi punti di interesse,  come strutture ricettive, commerciali, monumenti, musei, negozi storci, ristoranti di qualità che insistono in aree distrettuali. Ciò permetterà al turista - ha precisato l'assessore-  attraverso il suo smartphone di personalizzare gli itinerari che saranno geo- referenziati, di esplorare l'ambiente circostante e orientarsi sul territorio localizzando in maniera rapida località, strutture ricettive e prodotti tipici, itinerari, sentieri  ed attrattori  turistici tramite  la fotocamera dello smartphone.
Ogni punto di interesse avrà una scheda informativa di riferimento che accompagnerà il turista nella scelte dell'esperienza turistica da tutti i punti di vista. Saranno realizzate  anche vetrine virtuali nei distretti- ha continuato
l'assessore-  tramite le quali  tutti i commercianti  del distretto potranno promuovere il proprio sito anche di e-commerce o vendere direttamente i prodotti. App e QR CODE saranno attivati per iniziative riguardanti ad esempio i saldi, eventi e festività particolari, manifestazioni ed aperture straordinarie, localizzazione dei parcheggi di prossimità" . Ma il sostegno ai distretti non ha riguardato solo progetti ad elevato contenuto tecnologico, l'assessore Cavalli ha evidenziato che "sono stati finanziati anche progetti che rientrano nel commercio gestito in forma più "tradizionale" e grazie ai quali, ad esempio, oltre all'animazione urbana con eventi e laboratori per i più piccoli si realizzeranno iniziative di sensibilizzazione  per i consumatori in tema di alimentazione e salute,  consumo consapevole, qualità dei prodotti abbinati a  itinerari del gusto e valorizzazione di prodotti locali. Sono i temi di Expo2015". "Expo 2015, infatti - ha precisato Cavalli - potrà dare un forte impulso allo sviluppo e alla competitività economica e turistica del territorio regionale e i Distretti del Commercio possono contribuire efficacemente, attraverso azioni coordinate, promozionali e di servizio all'assetto imprenditoriale, all'attrazione e alla ricezione di flussi turistici e investitori esteri, mirando anche a favorire iniziative di incoming di capitali e collaborazioni nei territori distrettuali".

QUALIFICAZIONE VERSO EXPO - "Il nostro obiettivo - ha aggiunto l'assessore Cavalli - è accompagnare i Distretti del commercio in un percorso di qualificazione in vista dell'Esposizione universale che consenta sia di migliorare l'attrattività del territorio sia di accrescere la competitività delle micro e piccole imprese al dettaglio e dei pubblici esercizi parte del distretto, asse portante del sistema distributivo lombardo.
L'approvazione della graduatoria è il primo passo di questo percorso di qualificazione. L'impegno di Regione Lombardia è di continuare a investire sui Distretti per sostenere il commercio di vicinato e integrare sempre più il commercio  e i ristoranti, i bar, con il turismo e le Istituzioni culturali, nell'ottica dell'attrattività e del marketing territoriale".

Nell'allegato i Distretti finanziati da Regione Lombardia

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags