Sabato 02 Novembre 2013

Dalmine, miagolii al cimitero
Gatto chiuso in un loculo: salvo

Capita anche, nei giorni in cui si ricordano Santi e defunti, che a far notizia non siano le storie delle persone, ma degli animali. Come quella che riguarda un gatto incappato venerdì 1° novembre in una spiacevole avventura nel cimitero comunale di Dalmine, conclusasi però bene.

Il felino è rimasto, in che modo non si sa, intrappolato in un colombario vuoto ed è stato liberato nella mattinata da polizia locale e operai del Comune. Raccontano gli agenti intervenuti: «In questi giorni i cimiteri sono particolarmente frequentati da persone che vengono a far visita ai propri defunti, e soprattutto ieri il cimitero era affollatissimo».

«Per questo ci trovavamo a svolgere un servizio di pattuglia, per garantire la sicurezza ed eventualmente fornire assistenza ai cittadini presenti così numerosi. A un certo punto, intorno alle 10, un cittadino si è avvicinato avvisandoci che sentiva un miagolio proveniente da un loculo».

«Constatato che si trattava di un gatto rimasto chiuso nel loculo - continuano gli agenti - abbiamo subito avvertito gli operai del Comune, che hanno sganciato la lapide di marmo e hanno liberato l'animale. Si trattava in ogni caso di un loculo vuoto».

Alcuni particolari della storia rimangono poco chiari. Gli agenti non sono infatti riusciti a capire come abbia fatto l'animale a finire nel vano: è impossibile che sia riuscito a entrare attraverso una fessura, perché le lastre di marmo sono agganciate in modo saldo ai loculi. Sembra da escludere anche l'ipotesi di uno scherzo, perché la lastra di marmo è pesante e le operazioni di sgancio di una certa difficoltà.

Leggi di più su L'Eco di sabato 2 novembre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata