Domenica 03 Novembre 2013

Il dj Aniceto: «Assurdo e triste
stordirsi con l'alcol e la droga»

«Trovo che sia davvero triste cercare la spensieratezza della bella età nello stordimento della droga e dell'alcol e non in quel che di bello il mondo ha ancora da offrire». Lo afferma il dj Aniceto, membro della Consulta Antidroga al dipartimento governativo a Palazzo Chigi, rivolgendo un appello dopo la tragedia sfiorata al rave bergamasco, dove un giovane ubriaco si è lanciato con la sua auto contro il palco.

«Occorre smettere di pensare, come purtroppo fanno oggi troppi giovani, che per essere accettati dal "branco" sia necessario bere superalcolici e fare uso di droghe, magari in un mix letale fra le due cose - continua Aniceto - i ragazzi possono divertirsi e magari anche essere ribelli, senza per forza rischiare la propria vita, che è una e preziosa».

Secondo il dj anche i politici dovrebbero «passarsi una mano sulla coscienza e nonostante crisi e spending review lanciare messaggi concreti e positivi, dalle discoteche ai social network, per ribadire un secco no a sostanze dannose come le droghe e i superalcolici».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags