Domenica 25 Gennaio 2009

Contro la zanzare tigre
la parola d'ordine è prevenzione

Nonostante le rigide temperature e le frequenti precipitazioni, il comune di Bergamo ha pensato fin da subito a combattere uno dei peggiori nemici estivi: le zanzare tigre. Palafrizzoni ha emanato una nuova ordinanza per la prevenzione e il controllo dell'infestazione da zanzara tigre. Il nuovo testo permetterà di prevenire il fenomeno già a partire dai primi mesi dell'anno. In particolare sono invitati i cittadini, gli amministratori condominiali, gli asili nido e le scuole pubbliche e private che già da ora devono eseguire accurate pulizie di tutti i contenitori esterni di qualsiasi uso e dimensione allo scopo di eliminare le eventuali uova svernanti dell’insetto. Devono inoltre eseguire due interventi a distanza di 20 giorni l’uno dall’altro, utilizzando le comuni bombolette insetticide spray nei seguenti luoghi: cantine, locale caldaia, locali pompe di sollevamento, solaio, vasche settiche, camere di ispezione rete fognaria. Nei mesi primaverili ed estivi si chiede di non abbandonare oggetti che possano raccogliere acqua piovana; di svuotare regolarmente oggetti e contenitori situati nelle proprie aree private e di coprirli con reti zanzariere. È inoltre utile inserire nei sottovasi situati all’aperto fili di rame che risultano tossici per le larve di zanzara. È opportuno tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, sterpi e rifiuti di ogni genere, ed eventualmente recintarli in modo da impedire lo scarico di immondizie e di altri rifiuti, provvedendo al regolare taglio dell’erba e sistemandoli così da evitare il ristagno delle acque. Dal 1 maggio al 30 ottobre, con cadenza ogni 10-20 giorni, è opportuno pulire e trattare con prodotti larvicidi i tombini di raccolta dell’acqua piovana presenti nelle proprie aree private.

a.campoleoni

© riproduzione riservata