Mercoledì 04 Febbraio 2009

Sanità: per le dimissioni protette
accordo Comune, Ospedale, Gleno

Comune,Ospedali Riuniti, Fondazione Maria Ausiliatrice di via Gleno e Associazione Disabili Bergamaschi hanno rinnovato la convenzione per garantire una serie di ricoveri temporanei di soccorso nella casa di riposo cittadina e percorsi di continuità assistenziale e sanitaria ad anziani in condizioni di non autosufficienza e a disabili, garantedno loro risposte interate e globali.

Il Comune si impegna a mettere a disposizione dell’azienda ospedaliera 27 accessi all’anno nella Rsa di via Gleno a pazienti in dimissione dall’ospedale per un numero indicativo di 1.900 giornate di degenza, in relazione alla convenzione per il 2009 tra il Comune e la Fondazione S. Maria Ausiliatrice, per consentire dimissioni protette con i ricoveri di soccorso di persone con problematiche socio-assistenziali e sanitarie complesse.

La Rsa di via Gleno mette a disposizione 55 posti per segnalazioni dei Servizi Sociali; di questi 27 saranno per pazienti in dimissione dall’ospedale per consentire ricoveri di soccorso di persone con problematiche socio-assistenziali e sanitarie complesse. L’azienda ospedaliera si impegna ad erogare 300 ore l’anno di prestazioni di un terapista della riabilitazione per l’esecuzione dei programmi riabilitativi, per l’addestramento del disabile o dei care-givers all’utilizzo degli ausili eventualmente prescritti e per l’addestramento del personale di assistenza a manovre assistenziali ergonomicamente corrette. Inoltre garantisce ai disabili frequentanti il Centro diurno disabili priorità di accesso alle prestazioni odontoiatriche e stomatologiche oltre che agli interventi di chirurgia plastica per piaghe da decubito in pazienti para e tetraplegici fornite dall’azienda ospedaliera.

L’Associazione Disabili Bergamaschi garantisce la messa a disposizione, a titolo gratuito, di 50 ore annuali di un medico specialista fisiatra per la visita dei disabili del C.D.D. e degli utenti del Servizio territoriale disabili, la stesura dei progetti riabilitativi e l’attuazione dei programmi riabilitativi, oltre all’eventuale individuazione e prescrizione di ausili per l’autonomia dei disabili, nonché per il coordinamento del personale della riabilitazione. L’accordo nel 2008 prevedeva 52 accessi, di cui 26 riservati a segnalazioni dall’azienda ospedaliera. Nel 2008 hanno avuto accesso ai ricoveri di soccorso 55 persone, di cui 37 femmine e 18 masch; 24 sono stati gli utenti con una segnalazione dall’ospedale.

a.ceresoli

© riproduzione riservata