Giovedì 05 Febbraio 2009

Slavina dal monte Grem
Isolate tre famiglie in campeggio

Una slavina scesa dal monte Grem ha completamente sbarrato la strada di accesso al campeggio Plassa di Oltre il Colle isolando le tre famiglie che ci vivono pressoché stabilmente: i gestori e due famiglie composte da marito e moglie, che trascorrono lunghi periodi dell'anno nel campeggio.
La situazione è sotto controllo. L’isolamento durerà almeno fino a domenica, poi si vedrà in base all’evoluzione della situazione meteorologica. Intanto le sei persone isolate, quattro nel camping e due nel condomionio che gli sorge accanto, sono già state contattate. Non drammatizza la situazione il gestore del campeggio Roberto Daghetti, un milanese che da vent’anni frequenta Oltre il Colle, «purchè l’isolamento finisca presto». Critiche sono state rivolte al sindaco Rosanna Manenti che secondo alcuni non ha provveduto a tenere contatti con le persone interessate dalla slavina, ma il primo cittadino si difende respingendo le accuse. Preoccupazione da parte di Grazia Gravina: «Soffro di panico e come guardo quella grande masse di neve vengo colta da una crisi. Se me ne arrivasse una particolarmente grave?».

Il campeggio interessato dalla slavina si trova in località Plassa, a circa 1000 m., sulle pendici del monte Arera, dove un tempo c'era una stazione bassa della seggiovia. La strada di accesso al campeggio, circa 5 km. di lunghezza, nasce alla periferia di valle della frazione di Zambla Alta, posta a sua volta sulle pendici del Grem, che svetta a circa 2.000 m., e la slavina si è staccata appunto da tali pendici finendo nell'ultimo canalone attraversato dalla strada prima di arrivare alla Plassa.

a.campoleoni

© riproduzione riservata