Lunedì 16 Febbraio 2009

Cimitero islamico, Circoscrizione
chiede di sospendere il progetto

Sul cinmitero islamico a Colognola la Circoscrizione 7 chiede di sospendere il progetto per permettere ulteriori approfondimenti. Questo il parere definitivo del parlamentino, che raccoglie le argomentazioni emerse nel consiglio del 20 gennaio all'auditorium di San Sisto alla presenza del sindaco Roberto Bruni, dell'assessore all'Edilizia privata Francesco Macario e del progettista incaricato dal centro islamico, l'architetto Giambattista Gaiti.
Non è in discussione il diritto degli islamici di aver un luogo dove seppellire i propri defunti secondo le proprie tradizioni. Semmai la questione risiede nel decidere se sia opportuno o meno costruire uno spazio per soli defunti di fede islamica. Tale separazione, sottolinea la circoscrizione, così come l'accesso autonomo all'area islamica, non porta all'integrazione ma al contrario allontanerebbe sempre più aumentando le discriminazioni.
Altro punto evidenziato nel documento è la questione dell'esaurimento della disponibilità di aree per futuri ampliamenti che dovessero rendersi necessari per l'aumento dei residenti nel bacino d'utenza del cimitero. Malgrado il progetto sia giudicato di qualità, secondo la Circoscrizione risulta sproporzionato il numero di sepolture riservate ai fedeli di credo islamico, 378 a Bergamo su una superficie di 1.660 metri quadri, contro le 190 tombe a Bologna e le 135 a Milano.

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags