Martedì 17 Febbraio 2009

Raccolta rifiuti: occhio all'orario
si rischiano 100 euro di multa

Palafrizzoni dichiara guerra a sacchetti e bidoni dell’immondizia che stazionano per ore fuori dai portoni di case e negozi. Nelle prossime settimane, i residenti della città troveranno nella buca delle lettere un volantino dal titolo «Consegna rifiuti: occhio all’orario!», realizzato dall’amministrazione in collaborazione con Aprica (l’azienda incaricata della raccolta dei rifiuti).

L’obiettivo della campagna informativa – fa sapere Palazzo frizioni - è di sensibilizzare gli utenti a contribuire a mantenere il decoro in città. Regola vuole, infatti, che i rifiuti non vengano esposti più di due ore prima dell’orario previsto per il turno di raccolta.

Il problema della permanenza prolungata dei sacchetti in strada riguarda soprattutto le vie commerciali del centro cittadino e i borghi storici: se il turno di raccolta è mattutino – dice Palazzo Frizioni - , sacchi e bidoni fanno la loro comparsa in strada già la sera prima, quando non nel pomeriggio. È chiaro che l’effetto è sgradevole, e rischia di annullare i benefici che abbiamo avuto, in termini di decoro, decidendo di eliminare i cassonetti per passare alla raccolta porta a porta. Per contenere il fenomeno, il Comune ha deciso di «cominciare a suonare l’allarme».

Quindi, per chi non rispetta le regole scatteranno le sanzioni da 100 euro, già previste dal regolamento (anche per chi non differenzia i rifiuti), ma finora applicate solo «in casi sporadici. L’intento non è di far cassa: già ora, prima di decidere per la multa, gli operatori contattano sempre gli interessati per rispiegare il meccanismo e chiedere collaborazione. Ma alcuni casi, più volte segnalati, sono proprio recidivi».

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags