Martedì 24 Febbraio 2009

Guardia di Finanza
I bandi per l'Accademia

Vuoi iscriverti all'Accademia della Guardia di Finanza? Sulla Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie Speciale - sono stati pubblicati i bandi, per l'esattezza le norme relative ai concorsi pubblici, per esami, per l’ammissione di:
50 allievi ufficiali del «ruolo normale» (G.U. n. 10 del 6 febbraio 2009) al 1° anno del 109° corso dell’Accademia della Guardia di Finanza per l’anno accademico 2009/2010 (la presentazione delle domande dovrà avvenire entro il 9 marzo 2009);
10 allievi ufficiali del «ruolo aeronavale» (G.U. nr. 13 del 17 febbraio 2009) al 1° anno dell’8° corso aeronavale dell’Accademia della Guardia di Finanza - anno accademico 2009/2010 (le domande dovranno essere presentate entro il 19 marzo 2009).

Ai concorsi possono partecipare i cittadini italiani che abbiano compiuto, alla data del 1° gennaio 2009, il diciassettesimo anno di età e non superato il ventiduesimo (siano nati, cioè, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 1987 ed il 1° gennaio 1992 – estremi inclusi) e siano in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione a corsi di laurea previsti dal decreto interministeriale 12 aprile del 2001, ma anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma alla data di scadenza per la presentazione delle domande, lo conseguano nell’anno scolastico 2008/2009.
Per i giovani interessati residenti nella provincia di Bergamo, la domanda di partecipazione va presentata, possibilmente a mano, oppure inviata a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, al Comando Provinciale della Guardia di Finanza – via dei Partigiani, 3 – 24121 Bergamo (tel. e fax 035-237130). E deve essere redatta esclusivamente su apposito modello, riproducibile anche in fotocopia e disponibile presso tutti i Reparti del Corpo nonché sul sito internet www.gdf.it nella sezione relativa ai concorsi. Sul medesimo sito è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di dettaglio sui concorsi e prendere visione dei bandi.

a.benigni

© riproduzione riservata