Mercoledì 25 Febbraio 2009

Gromo, agli Spiazzi
arriva la nuova seggiovia

Si inaugura venerdì 27 febbraio agli Spiazzi di Gromo la nuova seggiovia «Vodala-Vaccarizza». L'impianto di risalita potenzierà la stazione turistica degli Spiazzi, in alta Valle Seriana, nota per le sue piste che si snodano in parte sui pascoli alti di Vodala, ai piedi del monte Timogno e, in parte, lungo secolari abetaie che costituiscono, nella stagione estiva, un forte richiamo per turisti ed escursionisti che amano camminare e sostare nei boschi. Il nuovo impianto di risalita è stato realizzato a tempo di record dall'Iris (Impianti risalita Spiazzi), la società di Angelo Testa: i lavori, iniziati in autunno, nonostante l'inclemenza del tempo e le precoci nevicate, sono stati ultimati a fine dicembre.

«La seggiovia - dice Angelo Testa - progettata da Andrea e Giovanni Semperboni, ha comportato una spesa di un milione di euro, ha una lunghezza di 800 metri ed è in grado di trasportare 1.200 persone l'ora. Con partenza poco più a valle del rifugio Vodala, a quota 1.550 metri, raggiunge il Colle Vaccarizza, a 1.750 metri. Da lì si può scendere fino agli Spiazzi di Gromo lungo piste adatte sia a principianti, sia, vedi la pista Orsini, a sciatori provetti». Gli sciatori che raggiungono il Colle Vaccarizza possono godere di uno spettacolare panorama. Lo sguardo corre dalla Cima Bani alla Valle Sanguigno, dal Pizzo Salina al Pizzo Pradella e al Monte Cabianca. Il nuovo impianto di risalita viene ad aggiungersi alla seggiovia Spiazzi-Vodala che trasporta in quota 900 persone l'ora; la seggiovia Orsini-Costa in grado di trasportare 1.200 persone l'ora e le sciovie del campo scuola e Vaccarizza. Tutti impianti a servizio di sei piste per una lunghezza totale di 15 chilometri. Ricordiamo che nella località sono attivi la Scuola sci Spiazzi, due grandi alberghi, ristoranti e bar, due noleggi di attrezzature sportive ed è anche percorribile una pista di fondo, con anello di circa otto chilometri. In Vodala poi è funzionante uno snow park ben attrezzato.

Questo il programma della manifestazione di venerdì: alle 10,30 gli ingegneri progettisti illustreranno le caratteristiche tecniche del nuovo impianto , quindi monsignor Aldo Nicoli benedirà la struttura, mentre il presidente della Provincia , Valerio Bettoni e il sindaco di Ardesio, Antonio Delbono (Vodala è comune di Ardesio pur gravitando su Gromo), taglieranno il nastro inaugurale. Seguiranno la salita in seggiovia e quindi, sul piazzale-solarium del rifugio Vodala, i discorsi delle autorità. Sono stati invitati alla cerimonia di inaugurazione il sindaco di Gromo, la Comunità montana di Clusone, il direttore de l'Eco di Bergamo, Ettore Ongis, rappresentanti regionali e parlamentari bergamaschi, il presidente del Parco delle Orobie bergamasche Franco Grassi. «Il nuovo impianto - conclude Testa - rappresenta un ulteriore sforzo per favorire sia il turismo invernale che quello estivo. In tempi di crisi, potenziare un turismo sostenibile è sicuramente una possibilità in più di lavoro per chi vive in montagna e intende continuare a viverci».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata