Lunedì 11 Maggio 2009

ELEZIONI: CASINI, CON BERLUSCONI LEGA ARBITRO DELLA POLITICA

BERGAMO, 11 MAG - Pierferdinando Casini ha aperto questa sera la campagna elettorale dell'Udc di Bergamo in vista delle elezioni del 6 e 7 giugno. In città l'Unione di Centro correrà da sola, con il candidato sindaco Giuseppe Mazzoleni, e sarà alleata in Provincia con la Lista Bettoni, a sostegno del candidato presidente Luigi Pisoni. ´Siamo coerenti con gli impegni che abbiamo assunto con gli elettori - ha dichiarato Casini, parlando della scelta di non allearsi nè con il Pdl, nè con il centrosinistra - Non siamo gente che per una poltrona vende la propria pelle e le proprie idee. Non ci interessa il potere, ci interessa fare un grande investimento per il futuro e rendere più seria la politica, restituendola ai cittadiniª. Alle provinciali l'Udc si presenterà con la lista del presidente uscente Valerio Bettoni. L'alleanza nasce ´dalla condivisione di obiettivi, da un lavoro comune in Provincia, dall'idea che non serva un centro subalterno alla Lega - ha detto Casini - Berlusconi ha fatto una scelta che ha finito per rendere la Lega arbitro della politica italiana. Lo vediamo, quello che capita a livello nazionale. Conta solo la Lega al governo. Qui a Bergamo anche, mi sembraª. A una domanda sulle possibili alleanze in caso di ballottaggio, Casini ha dichiarato: ´Al ballottaggio speriamo di andarci. Se c'è un candidato che spiega prima come si collocherà dopo - ha aggiunto - vuol dire che deve andare a un corso accelerato d'intelligenza politica, perchè chiunque oggi faccia una battaglia, la deve fare senza se e senza maª. Il leader dell'Udc ha poi parlato anche di elezioni europee e della battaglia - sostenuta con forza - per il voto di preferenza. ´Sono i cittadini a scegliere il parlamentare europeo e il parlamentare nazionale - ha detto Casini - Sono loro che devono avere in mano lo scettro, non i leader dei partiti. Abbiamo dei parlamentari che non sanno nemmeno perchè sono in parlamento. Lo sono per l'amicizia o la compiacenza di qualcuno, ma questo non è un bello spettacoloª.

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags