Giovedì 28 Maggio 2009

Gioielli con marchi falsi:
due depositi in Bergamasca

Due depositi con oltre 70.000 articoli di alta bigiotteria, tutti contraffatti: li ha scoperti in Bergamasca la Guardia di finanza di Venezia, che ha sequestrato anche 25.000 metri di stoffa Burberry, oltre a quattro campionari necessari per la presentazione dei prodotti.

L'operazione della Gdf ha portato, nel complesso, al sequestro di 85.000 articoli di gioielleria e bigiotteria, per un valore di sette milioni di euro. Sono state denunciate 34 persone tra Veneto, Friuli, Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna.

I baschi verdi hanno scoperto il canale di contraffazione di gioielli e monili in oro e hanno ricostruito l'intera filiera del falso, individuando una decina di laboratori, tra l'aretino e il vicentino. Qui si riproducevano artigianalmente articoli di oreficeria identici agli originali di noti marchi: collane, anelli, bracciali, orecchini e pendenti con marchi Louis Vuitton, Boss, Chanel, Gucci, Armani, Versace, Ferrari, Playboy e Paciotti, oltre a portachiavi con il logo di note case automobilistiche.

Trovati anche 40 matrici e 13 punzoni necessari alla contraffazione, oltre tre chili di semilavorati in oro. Sarebbero più di 1.000 i punti vendita di note catene in franchising, in tutta Italia, dove sono stati effettuati i sequestri.

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags