Lunedì 22 Giugno 2009

Rogo in un'azienda chimica
Nessun rischio a Mozzo

Un principio d'incendio all'industria chimica «3v Sigma» di Mozzo ha fatto scattare l'intervento di vigili del fuoco, Arpa e carabinieri sabato sera, ma fortunatamente non è stato riscontrato nessun rischio per l'azienda e per la salute dei cittadini: a prendere fuoco, infatti, era stato solo il motore di un frigorifero nel laboratorio d'analisi e il rogo era già stato tempestivamente domato dalla squadra antincendio dell'azienda. Nessuno è rimasto ferito o intossicato.

L'allarme incendio
Tutto è successo verso le 20 di sabato sera. Secondo le prime ricostruzioni, il motore di un armadio refrigerato dove erano custoditi solventi derivati da prodotti petroliferi, si sarebbe surriscaldato per cause ancora da accertare. Il fatto è avvenuto all'interno del laboratorio d'analisi dell'azienda di via Aldo Moro specializzata nel trattamento di prodotti chimici. La squadra antincendio dell'azienda è subito intervenuta e ha impedito che le fiamme si propagassero e provocassero danni gravi, ma come prevede la procedura in questi casi sono stati informati i vigili del fuoco, l'Arpa e i carabinieri della compagnia di Bergamo.

Sopralluogo in ditta
Squadre e pattuglie sono quindi intervenute all'azienda di Mozzo e hanno compiuto un accurato sopralluogo nel laboratorio. Nel corso del controllo si è accertato che i danni erano limitati e che la situazione era sotto controllo. Anche i tecnici dell'Arpa hanno verificato che non c'erano rischi per la salute pubblica: non è stato quindi necessario alcun provvedimento precauzionale per l'azienda e per il quartiere che la ospita. Gli enti di soccorso e i tecnici intervenuti hanno quindi raccolto i dati e stilato una relazione da trasmettere i rispettivi vertici.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata