Martedì 07 Luglio 2009

Si barrica in casa con i due figli:
10 famiglie evacuate a Villa d'Adda

Si è barricato in casa con i due figli di 3 e 6 anni: ha cominciato a lanciare oggetti dalla finestra, poi ha minacciato di darsi fuoco con una bombola di gpl. Così i carabinieri sono stati costretti a evacuare, in via precauzionale, una decina di famiglie.

È accaduto lunedì sera a Villa d'Adda: il protagonista è un disoccupato 50enne che ha inscenato la protesta perché voleva che gli fosse concesso di vedere la moglie, ricoverata nel reparto di psichiatria agli Ospedali Riuniti di Bergamo.

Dalla finestra ha cominciato a lanciare materassi, persiane e mobili. I vicini hanno chiamato i carabinieri e i vigili del fuoco, perché l'uomo aveva anche minacciato di darsi alle fiamme. Sul posto ambulanze del 118, il sindaco del paese e uno psicologo.

I militari hanno deciso per l'evacuazione dei vicini di casa, una ventina di persone in tutto. Le trattative si sono trascinate fino all'1,30 del mattino, quando i carabinieri sono riusciti a entrare in casa del 50enne approfittando di un momento di distrazione.

L'uomo è stato bloccato e consegnato ai sanitari, che lo hanno portato in ospedale. I bimbi - che non avrebbero mai corso reali pericoli - sono invece stati affidati ai servizi sociali.

r.clemente

© riproduzione riservata