Giovedì 09 Luglio 2009

Gli sfollati rientrano a casa
ma solo due ore al giorno

È confermato per questa sera alle 20, nella sala consiliare del Comune, l’incontro fra il sindaco di San Giovanni Bianco e gli abitanti del condominio ex Colonia di via Santuario a San Gallo per fare il punto sulla situazione dell’edificio, sgomberato martedì scorso di prima mattina a causa di una frana che ha provocato la penetrazione di acqua e fanghiglia nel primo piano della costruzione.

Già oggi, dalle 9 alle 10, e domani, dalle 10 alle 11, gli abitanti ora evacuati – sette presso famiglie amiche, uno presso un albergo locale – hanno il permesso per entrare in casa e recuperare abbigliamento o altri generi di prima necessità per la vita di ogni giorno.

Intanto si attende la relazione del tecnico incaricato del sopralluogo sullo smottamento, alla luce della quale si potrà progettare un intervento di messa in sicurezza del pendio e della costruzione: «La situazione si è rivelata più complicata del previsto – spiega il sindaco Pozzi – per cui si sono dilatati i tempi di ispezione e di stesura della relazione», che potrebbe arrivare oggi. È tornata invece regolare la viabilità, grazie anche al perdurare di una favorevole meteorologia. Sarebbero però pronte alla riattivazione ordinanze di chiusura in caso di eventuali precipitazioni di una certa intensità.

Non è stata ancora revocata neppure a Serina l’ordinanza di evacuazione di una famiglia di quattro persone dalla loro casa, che si trova in un edificio interessato da uno smottamento. «Vogliamo avere la certezza che non ci sia più pericolo – dice il sindaco Michele Villarboito – e stiamo attendendo il parere dei tecnici. Fortunatamente la famiglia ha trovato immediatamente ospitalità e non ha urgenze particolari».

Nessun problema in vista per l’andamento della stagione turistica, alla quale l’evento meteorologico dei giorni scorsi avrebbe potuto causare qualche disagio, perlomeno di immagine. Non c’è alcun problema per l’approvvigionamento idrico e per il recupero delle acque reflue. Tutto funziona per il meglio, e la stagione turistica può proseguire regolarmente.

a.ceresoli

© riproduzione riservata