Sabato 11 Luglio 2009

Aeroporto, sosta gratuita addio
Si paga anche il parcheggio breve

Addio sosta gratuita. Lo scalo bergamasco di Orio al Serio interviene sulla regolamentazione della sosta breve e abolisce la possibilità introdotta qualche mese fa di sostare gratuitamente fino a otto minuti. In pratica da qualche giorno a questa parte chi impegna l’area di sosta anche solo per un paio di minuti dovrà sborsare cinquanta centesimi.

La regola vale ovviamente anche per coloro che impegnano l’area di sosta per la semplice operazione di carico e scarico di passeggeri e bagagli: per i primi quindici minuti la tariffa è di 50 centesimi, a cui vanno aggiunti altri 50 centesimi dal quindicesimo al ventiquattresimo minuto, altri cinquanta dal ventiquattresimo al trentaseiesimo minuti e così via, fino a raggiungere la soglia di 2 euro e cinquanta centesimi, rimasta invariata.

In poche parole anche per chi fino ad oggi ha usufruito del “bonus” per le soste lampo non superiori agli otto minuti, a partire da questa settimana è scattato il pagamento al parchimetro. Il dispositivo, regolato da una sbarra all’ingresso delle due corsie di marcia a senso unico, è stato introdotto verso la fine di aprile in sostituzione dei parcheggi regolati da parcometro. Ma mentre fino a qualche giorno fa era consentito impegnare l’area di sosta per il tempo minimo richiesto dalla sola operazione di carico e scarico di passeggeri e bagagli, valutato in otto minuti, e uscire dall’aerostazione senza pagare alcun diritto di parcheggio nel caso in cui si rientrasse nei tempi di franchigia, le nuove regole hanno cambiato le carte in tavola.

Il motivo? Secondo Sacbo, società che si occupa della gestione dello scalo bergamasco, l’introduzione della tariffa pari a 50 centesimi per i primi quindici minuti di sosta altro non sarebbe che un’operazione volta a uniformare il nuovo sistema di regolamentazione della sosta, introdotto qualche mese fa a tutela e a garanzia di chi usufruisce del parcheggio per la sosta breve. Oltre al fatto di riuscire in questo modo a garantire maggiore ordine e «dando l’opportunità di pagare per il tempo effettivo di sosta evitando il rischio di incorrere in sanzioni per superamento dell’orario impostato al parcometro».

Gli automobilisti per poter accedere all’area di sosta devono ritirare il ticket dal sistema automatico predisposto accanto alla sbarra d’ingresso e poi procedere al pagamento ad una delle casse automatiche in base alle tariffe.

Da venerdì è tornato disponibile il parcheggio low cost al servizio delle autovetture dei passeggeri. Chi viaggia in aereo può usufruire di tariffe che variano da 8 euro per le prime 24 ore a 36 euro per 7 giorni. I passeggeri che viaggiano con voli di linea possono accedere al parcheggio low cost alla tariffa standard prenotando sul sito web www.parcheggiaeroporto.com. Per fruire, invece, della tariffa convenzionata occorre rivolgersi a una delle agenzie di viaggio affiliate al sistema di prenotazione www.parcheggiaeroporto.com.

a.ceresoli

© riproduzione riservata