Domenica 09 Agosto 2009

Quartiere Finardi, pilomat
contro la sosta selvaggia

Da settembre, tutte le volte che l'Atalanta giocherà in casa allo stadio Comunale, il transito delle automobili nel quartiere Finardi sarà regolato da 6 nuovi pilomat che impediranno l'accesso e il posteggio delle auto ai non residenti. Dovrebbe così risolversi un problema denunciato più volte da chi abita nella zona e che, in occasione delle partite di calcio, vede un tranquillo quartiere trasformarsi in un'area di parcheggio selvaggio. La nuova Ztl, costata complessivamente 120 mila euro e pagata interamente dal Consorzio dei residenti del quartiere Finardi, andrà a sostituire definitivamente le catenelle con cui ancora oggi viene limitato il traffico in occasione delle partite. Entrerà in funzione a partire da 2 ore prima dall'inizio delle gare e durerà fino a mezz'ora dopo la loro conclusione.

120 MILA EURO AI RESIDENTI
Per contrastare la sosta selvaggia e il continuo passaggio delle auto ecco quali saranno i varchi presidiati dai pilomat che verranno poi presi in gestione dal Comune di Bergamo: due saranno presenti alle estremità delle vie Milazzo e Finardi, uno sarà in via Caffaro e l'ultimo in via Vezza D'Oglio. Prima dell'entrata in funzione dei 6 dissuasori mobili, che in alcune vie sono già stati installati, i residenti saranno dotati per tempo delle tessere che garantiranno loro il transito nelle domeniche in cui l'Atalanta sarà impegnata in gare casalinghe. Durante tutta la settimana i pilomat resteranno abbassati e la viabilità della zona non avrà alcuna modifica. «Appena partirà il campionato di calcio i pilomat andranno a sostituire il sistema di catenelle che non erano più conformi con il codice della strada - spiega Gianfranco Ceci vicesindaco e assessore alla mobilità del comune di Bergamo -. Nella convenzione stabilita fra i residenti del quartiere e l'Amministrazione Veneziani resta a carico del Comune la gestione delle Ztl e la manutenzione di tutte queste strade private. Il costo di questa nuova Ztl, che non sarà dotata di telecamere perché atipica, è stato interamente coperto dal contributo economico di ogni singolo proprietario residente. Il Comune avrà solo il compito di farla funzionare».

STRADE PIU' SICURE
Addio quindi alle catenelle che sempre con maggiore frequenza, negli ultimi mesi, erano diventate un vero e proprio pericolo soprattutto per i motociclisti. A maggio, infatti, una ragazza in motorino sotto la pioggia con il parabrezza appannato non si era accorta dell'ostacolo. Dopo aver centrato in pieno l'ostacolo ad alta velocità riportò diverse ferite e la perdita di molti denti. «Con questo nuovo provvedimento le strade del quartiere saranno anche più sicure - aggiunge il vicesindaco -. È dal 1999 che si pensava a questa soluzione e finalmente siamo vicini alla realizzazione di un progetto che non pone nessun stravolgimento alla viabilità ma solo la tutela dei residenti quando allo stadio si svolgono importanti eventi sportivi». Le novità per il quartiere Finardi, comunque, non finiscono qui. Oltre al controllo degli accessi durante le partite dell'Atalanta sarà portato avanti anche il restyling di via Milazzo con nuovi marciapiedi e la sistemazione degli arredi e dei parcheggi.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata