Martedì 11 Agosto 2009

Tragedia di New York
Sandro Rigamonti torna dal Kenya

Sandro Rigamonti, il bergamasco papà di Silvia, è atterrato nella giornata di martedì 11 agosto a Malpensa dopo essere partito da Malindi, in Kenya, dove vive da molti anni. Trascorrerà la notte a Curno, da una delle figlie e nella mattinata di mercoledì raggiungerà Bologna in treno per abbracciare la figlia e il nipote dopo la tragedia che ha colpito la sua famiglia. Il marito di Silvia, Michele Norelli di 52 anni, e il figlio Filippo, di 18, sono due delle cinque vittime italiane del tragico schianto avvenuto sabato scorso nei cieli di New York.

Intanto le vittime sono state tutte identificate grazie alle verifiche sulle impronte digitali e il certificato di morte è stato rilasciato nel pomeriggio di martedì. Già mercoledì le salme potrebbero essere rimpatriate, raggiungendo quindi nella giornata di giovedì l'Italia.

Ottantuno anni compiuti la scorsa settimana, originario di Pontida, Sandro Rigamonti a Malindi lavora nel settore immobiliare e in quello del noleggio e vendita di veicoli. Domenica mattina la figlia Monica gli aveva telefonato e lo aveva avvisato della tragica scomparsa del genero e del nipote: per lui è stato un colpo durissimo, ma dal tono della sua voce al telefono traspare la stessa determinazione con cui negli anni ha saputo affrontare le altre difficoltà della vita: «Mio nipote Filippo - ha raccontato in lacrime Sandro Rigamonti, raggiunto telefonicamente a Malindi - aveva sofferto tanto per un problema agli occhi e negli ultimi anni le sue condizioni erano migliorate, ma proprio ora che le cose andavano meglio purtroppo la sua vita è finita in questo modo così terribile».

Sandro Rigamonti, che qualche anno fa ha perso anche la moglie Fiorenza, si commuove anche al pensiero del genero Michele: «Un ragazzo d'oro - racconta Sandro, ricordando quando tanti anni fa iniziò a frequentare la sua terza figlia Silvia -: mia figlia l'aveva conosciuto in Sardegna durante una vacanza, il loro legame si era consolidato anno dopo anno. Adesso che non c'è più Silvia è rimasta sola con il figlio più grande Davide».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata