Lunedì 17 Agosto 2009

Estate, stagione di cantieri
per Calusco d'Adda

Stagione di cantieri a Calusco d’Adda. Da poco è stato riaperto al traffico l’incrocio di via San Rocco con via Manzoni e via Europa, mentre è stato chiuso quello di via Vittorio Emanuele con via Roma e viale Rimembranze. «Abbiamo concluso la prima dei lavori su via Vittorio Emanuele e quindi in giornata siamo riusciti a riaprire alla circolazione l’incrocio di via San Rocco, dove abbiamo rimosso la pavimentazione in porfido e rifatta in asfalto, oltre a sistemare i marciapiedi. – Riferisce l’assessore alle Pubbliche Relazioni, Massimo Cocchi. – Abbiamo quindi proseguito con la chiusura dell’incrocio sulla via Vittorio Emanuele con via Roma per la realizzazione di una platea rialzata come limitatore di velocità. Infatti, dopo aver sistemato la via Emanuele, rimosso il porfido ed asfaltata la via, gli autoveicoli transitavano più speditamente, con pericolo per l’incolumità dei pedoni e dei ciclisti».

Questo rialzo nel mezzo dell’incrocio, che porta alle scuole e alla stazione ferroviaria, ha la scopo di far rallentare gli autoveicoli. La seconda ed ultima fase della riqualificazione della centralissima via Vittorio Emanuele si terrà a metà settembre con l’asfaltatura del tappettino color rosso porfidico, che verrà fatta a settembre. In questi giorni sono stati terminati i lavori di realizzazione dei marciapiedi sulla via Montegrappa fino alla zona di Vanzone e Luprita, e subito continueranno con il rifacimento della rete fognaria sulle medesima via. Inoltre si riqualificherà piazza IV Novembre, con la pavimentazione in pietra e asfalto rosso porfidico.

«Interverremo subito dopo l’estate anche su via Fantoni e dei Mille. – prosegue l’assessore. – Verranno rifatti i marciapiedi e riqualificate le aree di sosta. Inoltre, l’attuale rotatoria posta all’ingresso del paese per chi proviene dal ponte San Michele sull’Adda ( da Paderno d’Adda) e che si sta ultimando in questi giorni, la vogliamo trasformare in un biglietto da visita per chi entra in Calusco, abbellita con essenze floreali e tanto verde. Quest’aiuola maestosa utilizzerà, per innaffiare le piante e i fiori piantumati, l’acqua che verrà raccolta in una cisterna realizzata appositamente, capace di dieci mila litri».

e.roncalli

© riproduzione riservata