Lunedì 17 Agosto 2009

Torre Boldone punta su Internet
e il consiglio comunale va sul web

A Torre Boldone il Consiglio comunale va sul web. E i cittadini potranno seguire in diretta, da casa, le sedute in sala consiliare. Basta avere un computer e la connessione a internet. L’idea è venuta al sindaco Claudio Sessa che l’ha condivisa con il suo gruppo di maggioranza. «Il consiglio esce così dalle pareti del palazzo municipale e diventa visibile in rete», ha detto il primo cittadino. Si partirà in via sperimentale con il prossimo Consiglio del 28 agosto, quando una telecamera riprenderà la seduta per trasmetterla in diretta streaming sul sito del Comune (www.comune.torreboldone.bg.it).

Dopo la fase sperimentale, l’amministrazione vorrebbe continuare a trasmettere le sedute più significative. «Quelle in cui si parlerà del bilancio di previsione, per esempio, o del piano delle opere pubbliche, del diritto allo studio, del bilancio consultivo e delle varianti al Pgt», ha spiegato Sessa». Poi, dall’anno prossimo, il servizio verrà perfezionato. «Metteremo una telecamera rotante per inquadrare i consiglieri che intervengono», ha aggiunto il sindaco. «In seguito ci piacerebbe creare un archivio on line delle sedute consiliari, per dare la possibilità a tutti di rivedere e riascoltare le registrazioni». E visto che la webcam rimarrà sempre installata in sala consiliare, al sindaco è venuta anche un’altra idea, quella dei matrimoni on line. «Così parenti e amici che non potranno venire di persona in municipio, potranno comunque assistere (gratis e non a pagamento come succede a Venezia) al sì degli sposi».

e.roncalli

© riproduzione riservata