Martedì 25 Agosto 2009

Albano, apre a settembre
un nido comunale per 24 bimbi

Il tasso di natalità ad Albano Sant’Alessandro è aumentato negli ultimi anni. Crescono, in proporzione, le richieste d’accesso al nido parrocchiale i cui posti disponibili per il nuovo anno scolastico sono tutti esauriti. In vista dell’ampliamento della scuola dell’infanzia e del nido parrocchiale – entrambi ultimabili tra due anni – l’Amministrazione comunale corre ai ripari. Attiverà a partire dal mese di settembre un nuovo nido comunale che potrà ospitare 24 bambini tra i 3 e i 36 mesi e sarà affidato in gestione dell’associazione autonoma nuova educazione «Gioiosa» di Bergamo. Un servizio aggiuntivo rispetto a quello parrocchiale, che sorgerà nella struttura che ospitava la ludoteca (questa sarà trasferita in altri locali) nel parco pubblico di via La Marmora. Sono iniziati da qualche giorno i lavori per l’adeguamento dell’edificio che saranno conclusi entro l’inizio di settembre.

Il nuovo nido comunale sarà attivato grazie al contributo di 120 mila euro erogato al Comune in 3 anni dal Gruppo Percassi, che ha acquistato l'outlet collocato sul confine con San Paolo d'Argon. Il finanziamento fa parte di un progetto di sviluppo sostenibile, in vista dell'ampliamento della struttura commerciale. Il sindaco Dario Odelli ha confermato che il trend di natalità negli ultimi 3 anni è aumentato notevolmente: «Nel 2007 e nel 2008 sono nati un centinaio di bambini mentre nei primi mesi del 2009 più di cento». Sono previste tariffe agevolate per le famiglie di Albano che usufruiranno del servizio di nido comunale. Per i residenti che sceglieranno il full-time è prevista una quota mensile di 450 euro, per 11 mesi, contro i 565 euro previsti per i non residenti. Per le famiglie di Albano che opteranno per il part-time 390 euro mensili, per 11 mesi, contro i 505 euro mensili previsti per i non residenti. Riduzioni in arrivo anche per le famiglie che hanno più di un figlio a carico: dal secondo figlio (compreso) in poi ci sarà uno sconto del 15% sulla quota intera.

Il Consiglio comunale ha recentemente accolto la convenzione con la parrocchia per l'ampliamento della scuola dell'infanzia e del nido parrocchiale. Il Comune ha stanziato un contributo di 325 mila euro per la nuova ala che sarà una continuazione della struttura scolastica attuale.

e.roncalli

© riproduzione riservata