Martedì 01 Settembre 2009

Regolarizzazione delle badanti
Nessuna corsa agli sportelli

Nessun assalto, nessuna valanga di domande, né alle Poste né on line per la regolarizzazione delle badanti. Sono 169 le richieste inoltrate via Internet al ministero degli Interni dalla provincia di Bergamo per la regolarizzazione dei lavoratori domestici stranieri «clandestini», procedura iniziata il 1° settembre e possibile fino al giorno 30.

Quella di Milano è la provincia che ha attivato più contatti on oline, con 936 modui scaricati contro i 773 di Roma, i 292 di Napoli, i 243 di Brescia, i 169 di Bergamo, i 158 di Firenze e i 149 di Torino. In coda, Genova (con 69 moduli), Bari (8 con 64), e Treviso (con 63).

Alle ore 13 del 1° settembre i moduli richiesti via Internet al ministero erano 7.846 menre le domande realmente trasmesse erano 3.135. Alle 11 i moduli richiesti erano 5.540 mentre le domande già trasmesse on line 1.926; 1.540 invece le ricevute notificate.

Quanto alla provenienza delle connesioni, sono stati soprattutti i privati ad interagire via Internet con il ministero: 38 i Comuni, 1.846 i patronati e le associazioni, 110 i consulenti del lavoro e 5.831 i privati cittadini.

a.ceresoli

© riproduzione riservata