Giovedì 24 Settembre 2009

La Cisl: società e istituzioni unite
per difendere la memoria di Impastato

«Il movimento sindacale con la società civile e le istituzioni siano compatti nella difesa della memoria di Peppino Impastato e nella promozione della cultura della legalità». È questo l'appello che la FIlca Cisl di Bergamo fa, in attesa della manifestazione prevista per sabato 26 settembre, a Ponteranica.

«Impastato, con gli altri martiri caduti nella lotta al crimine, ci ha insegnato che la mafia non è un fatto esclusivamente siciliano e che la lotta al malaffare deve coinvolgere tutto il Paese: la Lombardia dovrà essere il centro per una nuova stagione di lotta al crimine, attraverso il controllo degli appalti delle grandi opere, per la sicurezza dei lavoratori e del territorio. Bergamo è una città sacra dell’unità d’Italia dove nessuno è straniero e saprà coinvolgere tutti i Comuni della provincia affinché non vi siano altri errori insopportabili come nel caso della decisione dell’amministrazione di Ponteranica».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata