Venerdì 25 Settembre 2009

Grumello al Piano: 16 milioni
per il rilancio del quartiere

È stato firmato a Palazzo Frizzoni il «Contratto di quartiere» di Grumello al Piano, ovvero il piano, che riqualificherà il quartiere, concordato dal Comune con diversi enti e che godrà di un cospicuo finanziamento da parte della Regione Lombardia. È il primo caso a Bergamo e uno dei primi in Lombardia.

La Regione devolverà 3,5 milioni di euro per il progetto di riqualificazione che punterà su cinque direzioni. Il costo totale dell'operazione è di 16 milioni e il Comune darà un contributo di 2 milioni. Alcuni interventi inizieranno subito, il completamento dei lavori è previsto per il 2013.

La firma del contratto ha coinvolto tutti i partner che sono Comune di Bergamo, Aler, Consorzio «Solco città aperta», Fondazione Mia, parrocchia di Grumello, Associazione nazionale alpini, A2A, Associazione Casa Amica Onlus e azienda Moleri.

Ecco i cinque punti cardine del progetto: 1) rilancio edilizia residenziale pubblica con la costruzione di 9 appartamenti da parte della Mia e di 35 appartamenti, in piazza Aquileia, da parte dell'Aler; 2) sviluppo dei servizi esistenti; 3) interventi preventivi di sicurezza con l'autopresidio del territorio da parte di volontari; 4) rilancio del commercio e dell'artigianato con la creazione di un mercato di quartiere; 5) realizzazione di un parco agricolo (questo punto comprende anche il teleriscaldamento).

Ora il prossimo passo sarà la firma, entro il 30 settembre, della convenzione tra Regione Lombardia e Comune di Bergamo.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata