Mercoledì 07 Ottobre 2009

L'Associazione Impastato:
togliete la targa di Casa Pound

«Non ci riconosciamo affatto nell'azione firmata da Casa Pound Bergamo che ha posizionato una targa con il nome di Peppino alla Biblioteca di Ponteranica. Stavolta siamo noi che chiediamo di rimuoverla». E' quanto affermano all'Associazione Peppino Impastato – Casa Memoria che contestano il blitz con il quale alcuni militanti di estrema destra hanno affisso, proprio sui muri della biblioteca comunale, una targa con scritto: «Onore a Giuseppe Impastato, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978. Amore e coraggio non hanno confini, né partiti. Casa Pound Bergamo».
«Ci teniamo, infatti, a rinnovare la natura antifascista delle battaglie condotte da Peppino - dicono all'Associazione Impastato - e non riteniamo possibile che organizzazioni neofasciste possano dichiarare di agire in suo onore perché, nei fatti, attuano una politica che è esattamente contraria ai suoi ideali e a quanto da lui realizzato».

«Coloro che sono scesi in piazza il 26 settembre a Ponteranica, ben settemila persone - prosegue la nota - non erano affatto rappresentanti di una sinistra allo sfascio, come da loro dichiarato in un comunicato, ma persone che si riconoscono nell'impegno contro la mafia, il fascismo e il razzismo che è costato a Peppino la vita. Non siamo disposti a cedere a qualsiasi tipo di revisionismo, di strumentalizzazione o di ribaltamento mediatico della realtà».

a.ceresoli

© riproduzione riservata