Domenica 25 Ottobre 2009

Suisio, il fondatore della Lodauto
muore schiacciato nell'ascensore

Tragica morte a Suisio per Elio Lodovici, 67 anni, fondatore e presidente della Lodauto, azienda concessionaria per la Bergamasca della Mercedes e della Smart. Rimasto bloccato nell'ascensore, all'interno della sua abitazione, ha tentato di uscire calandosi sul pianerottolo. Ma è rimasto incastrato ed è morto per schiacciamento della cassa toracica.

Tutto è accaduto davanti agli occhi terrorizzati della moglie, Maria Daminelli, che era con lui quando l'ascensore si è improvvisamente bloccato fra il primo e il secondo piano. L'incidente è avvenuto nella notte fra sabato e domenica nell'abitazione di via Gambirasi: passata la mezzanotte Elio Lodovici e la moglie, che erano in taverna, hanno preso l'ascensore per salire al secondo piano, dove si trovano le camere. La cabina però improvvisamente si è bloccata.

Lodovici e la moglie hanno tentato di far ripartire l'ascensore: ma poiché non si muoveva, hanno provato ad aprire le porte, forzandole. Si sono ritrovati così con un piccolo varco all'altezza dei piedi. Elio Lodovici ha cercato di calarsi sul piano più basso: ha infilato le gambe ma, quando però è arrivato all'altezza del torace, è rimasto incastrato nello spazio angusto. Non riusciva a uscire e neppure a rientrare, nonostante la moglie lo tirasse con tutte le forze. Il peso delle gambe e del bacino hanno causato lo schiacciamento del torace.

A quel punto la moglie ha cominciato a urlare con tutte le forze: tanto da richiamare l'attenzione di un vicino che ha avvertito il figlio, Adam, che vive a Curno. È stato proprio il figlio a far intervenire la vigilanza che, raggiunta la casa, ha aperto le porte e dato l'allarme. I sanitari del 118 hanno tentato una disperata rianimazione. Ma per Elio Lodovici tutto è stato purtroppo inutile: le lesioni erano troppo gravi.

A Suisio sono intervenuti subito anche i carabinieri di Treviglio i vigili del fuoco e i tecnici che si occupano della manutenzione dell'impianto.

La Lodauto, fondata a Elio Lodovici, ha la sede principale a Zingonia e punti vendita a Bergamo, Gorlago, Boltiere, Capriate, Orio e Curno: in totale 170 dipendenti in sette sedi.

I funerali saranno celebrati martedì alle 14,30 a Suisio, paese natale di Elio Lodovici; poi la salma verrà tumulata nel locale cimitero.

r.clemente

© riproduzione riservata