A Bratto il Gran galà dello sport bergamasco

A Bratto il Gran galà dello sport bergamasco

Costantino Rocca, Gianni Bugno, i giocatori dell’Atalanta, Paolo Savoldelli, Fabio Maj: sono alcuni dei campioni che la Turismo Presolana schiera mercoledì 6 dicembre, alle 20 al cinema «Agli Abeti» di Bratto, per il «Gran galà dello sport bergamasco». L’appuntamento, organizzato con il patrocinio del Comune di Castione, si propone di festeggiare e premiare gli atleti della zona (e non solo) capaci di ottenere importanti risultati nelle rispettive discipline. «Il Gran galà – spiega il presidente della Turismo Presolana, Giancarlo Filosofi – è un’iniziativa promossa soprattutto per poter premiare i campioni o ex campioni locali». I primi a salire sul palco saranno alcuni giocatori dell’Atalanta (non si conoscono ancora i nomi) insieme all’allenatore Stefano Colantuono. Poi gli altri sportivi, a seconda della disciplina. Per lo sci saranno la discesista azzurra Chiara Maj, il fondista medaglia d’argento alle Olimpiadi Fabio Maj, di Schilpario, l’ex nazionale e campione ai mondiali militari Battista Tomasoni e l’ex nazionale Roberto Spampatti, di Castione.Per l’enduro ci saranno il campione del mondo Simone Albergoni, di Spirano, l’ex campione europeo e più volte alla Parigi-Dakar Andrea Marinoni, di Rovetta, e i castionesi Giuseppe Canova e Massimo Migliorati. Due i ciclisti: il «Falco» di Rovetta Paolo Savoldelli, due volte vincitore del Giro d’Italia, e Marco Serpellini, di Sovere, ex campione del mondo juniores e vincitore di un giro del Portogallo. Poi, ancora, l’alpinista Roby Piantoni, di Colere, lo skyrunner e detentore del record di percorrenza del Sentiero delle Orobie Mario Poletti, di Clusone, e Serafino Ferrari, di Castione, per sette anni di fila (dal 1981 al 1988) campione italiano di full- contact, ora assessore agli Affari generali in Comune. Ospiti d’onore: il bergamasco Costantino Rocca, miglior golfista italiano di tutti i tempi, e il ciclista Gianni Bugno, due volte campione del mondo su strada e vincitore di un Giro d’Italia.(05/12/2006)

© RIPRODUZIONE RISERVATA