Giovedì 31 Luglio 2014

A Caprino la casa dove visse Puccini
Ora è in vendita in Internet

La casa di Giacomo Puccini a Caprino Bergamasco

È in vendita su Immobiliare.it la casa dove, in fuga da Lucca, visse in provincia di Bergamo Giacomo Puccini. Qui, con la protezione dell’amico e librettista di fiducia Ferdinando Fontana, Puccini compose la quasi totalità dell’ Edgar, opera che debuttò al Teatro alla Scala di Milano nell’aprile del 1889.

Proprio nei giorni in cui la sua Turandot finisce sulle pagine di tutti i giornali perché, nell’allestimento andato in scena al Teatro Lirico di Cagliari, va in vendita su Immobiliare.it la casa che il celebre musicista abitò a Caprino Bergamasco sul finire degli anni 80 del XIX secolo.

Puccini visse in queste stanze dal luglio del 1886 grazie appunto all’amico Ferdinando Fontana.Fu lui a trovargli alloggio a Caprino Bergamasco nell’allora locanda dei coniugi Rubini che non solo ospitarono il futuro autore di capolavori come Tosca, Bohème e Madama Butterfly, ma gli procurarono persino un pianoforte a noleggio sui cui tasti, grazie alla pace e alla serenità che, per sua stessa ammissione, quei luoghi gli donavano, compose la quasi totalità dell’Edgar opera che, su libretto proprio di Ferdinando Fontana, ebbe la prima rappresentazione al Teatro alla Scala di Milano il 21 aprile del 1889.

Purtroppo oggi l’immobile non è in buone condizioni e, si dice nell’annucio, necessita di interventi di ristrutturazione. Assieme al fabbricato su tre livelli con scala centrale e superficie complessiva di 248 metri quadrati in cui visse Puccini, vengono venduti anche il cascinale che un tempo ospitava le stalle ed i fienili (circa 500 metri quadrati e 15 vani) e il giardino ad uso privato (più di 180 metri quadrati). Prezzo richiesto per l’intera proprietà, per la quale si suggerisce la riconversione in Bed and Breakfast o, comunque, in struttura ricettiva: 450.000 euro.

Di seguito il link all’annuncio:

http://news.immobiliare.it/in-vendita-la-dimora-bergamasca-di-giacomo-puccini-19285

© riproduzione riservata