Martedì 08 Luglio 2008

A Clusone e Gromo le bandiere derl Touring

Ci sono anche Clusone e Gromo tra le nove località lombarde cui è stato assegnato il titolo di «Bandiera arancione», il prestigioso riconoscimento turistico nato per iniziativa del Touring Club Italiano e sviluppato in collaborazione con l’assessorato allo Sport, Giovani e Turismo della Regione Lombardia. Le altre sette sono Bienno e Tignale (Bs), Castellaro Lagusello, frazione di Monzambano, e Sabbioneta (Mn), Chiavenna (So), Menaggio e Torno(Co).I riconoscimenti sono stati consegnati dal direttore generale del Touring Club Italiano, Fabrizio Galeotti, e da Piergianni Prosperini, assessore allo Sport, Giovani e Turismo della Regione Lombardia, con il vice presidente di Unioncamere Lombardia, Ercole Montanari e al presidente del Cobat, Giancarlo Morandi.La «Bandiera arancione» è il marchio di qualità turistico - ambientale del Tci che seleziona le località con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti dell’entroterra in base a rigorosi parametri e viene assegnata ai Comuni che non solo presentano un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio ma sono in grado anche di offrire al turista un’accoglienza di qualità.L’iniziativa, nata nel 1999 e alla prima edizione in Lombardia, rientra nell’ambito dell’Accordo di programma quadro per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo.Grande l’interesse dimostrato dai Comuni lombardi per questo progetto di valorizzazione: sono state 60 le località lombarde che hanno presentato la propria candidatura. Di queste, 30 hanno riportato una valutazione sufficiente per accedere alla verifica sul campo (il 50%, quindi, rispetto ai candidati, dato superiore alla media nazionale, che si attesta al 38%). I sopralluoghi sono stati effettuati in forma anonima da esperti del Tci che, attraverso la verifica di oltre 130 parametri, hanno raccolto i dati sul posto con il supporto di un dossier fotografico per ogni Comune. I restanti 21 Comuni che non hanno passato la fase finale di selezione ricevono il «piano di miglioramento», un documento redatto dal Tci con le indicazioni su come migliorare il sistema di offerta turistica locale.L’idea di Bandiere arancioni è nata nel 1998 in Liguria, dietro l’esigenza della Regione di valorizzare l’entroterra. Il Touring sviluppò quindi un modello di analisi, il M.A.T. (Modello di Analisi Territoriale) che portò all’individuazione delle prime località «arancioni» e alla volontà di promuovere il marchio in tutta Italia. In otto anni di attività il Touring ha collaborato con oltre venti enti territoriali e ha assegnato la Bandiera arancione a 119 Comuni.GUARDA I PROFILI DELLE 9 LOCALITA’ (08/07/2008)

a.ceresoli

© riproduzione riservata