Martedì 30 Maggio 2006

A Dalmine ritorna il «Biblofestival 2006»

Undici giorni, 19 comuni e ben 90 appuntamenti gratuiti fra laboratori, incontri con gli autori, narrazioni, teatro di strada e spettacoli teatrali in cui volare con la fantasia. Questo è il «Biblofestival 2006», giunto quest’anno alla 5ª edizione, organizzato dal Sistema interbibliotecario dell’area di Dalmine in collaborazione con gli assessorati alla Cultura dei comuni aderenti e patrocinato dalla Provincia e dalla Regione che prenderà il via giovedì 1 giugno e terminerà l’11 giugno. Stezzano, Azzano San Paolo, Brembate, Verdello, Mozzo, Boltiere, Cologno al Serio, Osio Sotto, Osio Sopra, Dalmine, Urgnano, Lallio, Paladina, Curno, Comun Nuovo, Spirano e Verdellino sono i paesi che quest’anno hanno aderito. La direzione artistica è curata da Eraldo Maffioletti, direttore della biblioteca di Dalmine e del Sistema interbibliotecario, insieme con Paola Ferrario e Daniela Stancheris. «È un festival di letteratura per ragazzi, ma fa molto bene anche agli adulti – ha sottolineato Silvia Brunelli, assessore alla Cultura del Comune di Dalmine, durante la presentazione dell’evento – e conferma la validità di un percorso in cui c’è collaborano diversi enti locali». Presenti anche alcuni sindaci e assessori dei comuni che ospiteranno l’evento, Margit Kröss, illustratrice ufficiale del festival e lo scenografo Marco Muzzolon, che porterà al parco della Villa comunale di Verdello la sua installazione «L’albero delle fiabe e delle sedie» in cui grandi e bambini potranno esercitarsi a riconoscere le sedie di favole famose che lui stesso ha prodotto lasciandosi suggestionare dalle loro storie. Due «Ludobus», furgoni attrezzati con il più svariato materiale per giocare in mille modi diversi, percorreranno le strade dei comuni dalle 14 alle 17,30. Tornano anche la «Biblo(s)teca», una biblioteca ambulante, e lo «Spazio Libreria», a cura della Libreria Erasmus di Osio Sotto, in cui sarà possibile acquistare e far autografare i libri degli autori presenti. Il «Biblofestival» segnala anche la presenza di Roberto Innocenti, uno dei più famosi illustratori di libri per bambini, mentre mancherà all’appello per problemi di salute Tomi Ungerer, illustratore irlandese. Torneranno anche alcune vecchie conoscenze del «Biblofestival» come Chiara Carrer, Giusi Quarenghi, Ferruccio Filippazzi, Quelli di Grock, Liberavoce e Claudio Madia dell’Albero Azzurro. Fra equilibrismi e humor il teatro di strada ospiterà gli armeni Jashgawronsky Brothers con «Brom, Brush, Crash», «Danseux» di Alessandra Casali, i norvegesi fratelli Konk mentre tra gli spettacoli serali si segnala Laura Kibel con «Và dove ti porta il piede».

e.roncalli

© riproduzione riservata