Mercoledì 10 Maggio 2006

A Palazzo Rubini un coro di voci bianche

Un coro di voci bianche si è costituito nel palazzo che fu la casa del tenore Giovan Battista Rubini a Romano. I piccoli Rubini – una quindicina di giovanissimi - frequenteranno la scuola di musica aperta nello stesso palazzo di via Cesare Battisti. Il progetto sarà seguito da Angela Feola coordinatrice didattica della scuola. Palazzo Rubini intanto sta diventando sempre più il palazzo della musica: qui troveranno sede anche il corpo civico musicale, spazi e sale per incisioni e prove di band e gruppi musicali e il futuro liceo ad indirizzo musicale. Oggi sono ospitate classi del liceo Don Milani che hanno sviluppato il programma didattico della curvatura musicale. La scuola di musica ha una cinquantina di allievi che arrivano da tutta la zona e anche da fuori provincia. Ci sono in prevalenza bambini e ragazzi ma c’e’ anche un allievo di pianoforte che ha 76 anni e che ha voluto studiare meglio uno strumento di cui è appassionato da una vita. La scuola è diretta dal maestro Michele Valenti. Il corpo docente è formato da diplomati al Conservatorio che alternano anche l’attività di concertista. I corsi attivi sono quelli di arpa, canto, chitarra, pianoforte, viola, violino, violoncello, armonia, arte scenica, storia della musica, letteratura poetica e drammatica, teoria e solfeggio, musica d’assieme. La scuola prepara all’ammissione agli esami di conservatorio grazie alla collaborazione voluta dal Comune di Romano con l’Istituto Musicale –Donizetti- di Bergamo ed è affiliata anche ai corsi del Trinity College di Londra che invia a Romano gli esaminatori per gli allievi che intendono sostenere prove secondo i dettami di questa istituzione londinese anche in campo musicale. Il prossimo 24 maggio nel salone della Rocca alle 20 si terrà il saggio di fine anno degli allievi.(10/05/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags