Venerdì 11 Gennaio 2008

A4, effetto tutor, meno vittime in autostrada

Incidenti mortali dimezzati in A4, con un calo sensibile delle vittime: dalle 22 del 2006 alle 9 del 2007. Per Autostrade per l’Italia è anche merito dell’effetto del tutor (i cartelli nelle foto di Thomas Magni), il sistema di rilevamento automatico della velocità introdotto due anni fa, in funzione lungo l’A4 tra Brescia e Cavenago.

Secondo Autostrade, la velocità media di percorrenza degli automobilisti è scesa di 16 chilometri orari da quando è entrato in funzione il dispositivo, e quella di punta di 23 chilometri orari. In numeri, rispetto al 2006, in tutti i tratti della rete gestita da Autostrade per l’Italia si è registrata una riduzione del tasso di incidentalità (-19%), del tasso di mortalità (-50%) e di quello dei feriti (-27%). Intanto dai dati diffusi dal ministero dei Trasporti emerge che, stando al numero di punti decurtati dal luglio 2003 a dicembre 2007, i bergamaschi sono gli automobilisti più disciplinati in Lombardia.

(11/01/2008)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags