Lunedì 03 Dicembre 2007

Addio al bergamasco che inventò il magnetofono

Viveva a Lugano da anni, le industrie collegate alla sua attività sono sparse fra Milano e il Trentino, fra la Spagna, la Francia e la Russia. Ma è la sua invenzione ad aver girato davvero tutto il mondo, e anche ad averlo un po’ cambiato: Arrigo Castelli, infatti, è stato il primo a incidere rumori su filo d’acciaio. Rumori che poi sono diventate voci, filo d’acciaio che poi è diventato nastro magnetico, mentre lui brevettava un oggetto che, per la sua utilità e le sue applicazioni, sarebbe entrato nella storia: il magnetofono. Nel 1947 Arrigo Castelli ha inventato un sistema rivoluzionario, primo passo verso il moderno registratore. E Arrigo Castelli, morto ieri all’età di 86 anni, era nato nella Bergamasca. A San Giovanni Bianco, per la precisione. (03/12/2007)

r.clemente

© riproduzione riservata