Mercoledì 12 Novembre 2008

Al «Bolgia» con 133 pasticchedi ecstasy: quattro giovani patteggiano un anno

Hanno patteggiato un anno con pena sospesa i quattro giovani che il 20 aprile 2008 erano stati trovati dai carabinieri fuori dalla discoteca «Bolgia» di Osio Sotto con 133 pasticche di ecstasy. I quattro erano stati denunciati per detenzione di stupefacenti e mercoledì 12 novembre in tribunale a Bergamo hanno patteggiato un anno con la sospensione della pena.La vicenda risale quindi allo scorso aprile: poco dopo la mezzanotte del 20, i militari della stazione di Osio Sotto, che dipendono dalla compagnia di Treviglio, sono entrati nel locale in abiti civili e hanno notato un gruppo di quattro giovani - tre ragazze e un ragazzo residenti tra la Bassa Bergamasca e le province di Lecco e Mantova - il cui atteggiamento ha subito insospettito i carabinieri. Verso le 2,40 del mattino i quattro sono stati visti dai carabinieri uscire dalla discoteca e sono saliti sull’auto che avevano parcheggiato a inizio serata nelle vicinanze della discoteca. I militari hanno deciso di compiere un controllo approfondito sui ragazzi in macchina per verificare se avessero stupefacenti: trovate 133 pasticche di ecstasy, cinque delle quali sono state trovate addosso a G. M., operaio diciannovenne di Garlate (Lecco), mentre le altre erano conservate nella borsetta di una ragazza, L. N., 28 anni di Fara d’Adda (Bergamo). Della compagnia facevano parte anche altre due ragazze, P. V., 19 anni di Fara d’Adda, e B. G., 19 anni, di Ponti sul Mincio (Mantova). I quattro giovani, incensurati, sono stati tutti denunciati a piede libero per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. I carabinieri hanno sequestrato loro anche 270 euro in banconote di piccolo taglio e sospettano che una parte del denaro fosse il frutto di un attività di spaccio. (12/11/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata