Domenica 12 Febbraio 2006

Albino, fiamme in una fabbrica di mobiliIn fumo legno pregiato, danni per 15.000 euro

Incendio in una fabbrica di mobili, la Stillegno di Albino. Le fiamme hanno distrutto una catasta di legname che si trovava in un deposito–magazzino esterno alla falegnameria. Il fuoco ha distrutto 40 q di materiale e 10 mc di legno pregiato (rovere, noce, ciliegio e abete): le fiamme si sono propagate anche alla staccionata che racchiudeva il deposito mentre il calore sviluppato dal fuoco ha fatto colare il materiale ignifugo dei finestroni che separano il laboratorio dal magazzino. Fortunatamente, il laboratorio e il resto dell’azienda si sono salvati, grazie anche al tempestivo intervento dei vigili del fuoco giunti da Bergamo. Il fuoco è scoppiato questa mattina e l’allarme è stato dato da un dipendente della ditta che, transitando lungo la Provinciale 35 verso le 10,30 ha notato il fumo levarsi dall’interno della fabbrica, di proprietà di Dante Birolini, in via Provinciale, 44/A. L’uomo ha scavalcato la recinzione, si è avvicinato alla sorgente del fumo e, resosi conto dell’incendio in atto, ha avvertito e vigili del fuoco e il proprietario. Sul posto sono intervenuti, con due autobotti, i pompieri di Bergamo che hanno spento le fiamme e poi provveduto a rimuovere la catasta formata da assi per poter spegnere ogni focolaio e recuperare la parte di legno rimasta indenne dalle fiamme. Secondo una prima stima i danni sarebbero non superiori ai 15.000 euro. Le cause dell’incendio sarebbero accidentali.(12/02/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags