Martedì 11 Maggio 2004

Aler, pronti i 144 alloggi alla «Clementina»

Una ristrutturazione lunga tre anni (dal 2000 al 2003), con un investimento di circa 10 milioni di euro, ha permesso all’Azienda lombarda per l’edilizia residenziale (Aler) di Bergamo, di riqualificare il complesso «La Clementina», che si trova tra le vie Rovelli e Tolstoj, e che sarà inaugurato il prossimo 25 maggio, alla presenza delle autorità locali e dell’assessore regionale alle Opere pubbliche, Politiche per la casa e Protezione Civile, Carlo Lio. L’intervento è stato finanziato grazie ai fondi ricavati con la dismissione di parte del patrimonio edilizio dell’Aler, come previsto dalla legge 560. Dai 196 alloggi esistenti, costruiti subito dopo la seconda guerra mondiale, ne sono stati ricavati 144 più due esercizi commerciali (una panetteria e un negozio di generi alimentari). Si tratta, in prevalenza, di trilocali che vanno da 58 a 74 metri quadrati di superficie calpestabile, e un 22 per cento di bilocali, di circa 45 metri quadrati. In due piani sotterranei sono stati realizzati 146 box. Per l’assegnazione ci sarà il diritto di prelazione delle famiglie che già abitavano lì, una decina in tutto. Tutti gli altri alloggi seguiranno l’assegnazione in base alle graduatorie delle liste d’attesa.

«Siamo contenti che quest’intervento edilizio sia stato portato a termine - ha affermato l’assessore comunale alle Politiche sociali, Maurizio Bonassi - Come obiettivo sociale, è importante, perché dà finalmente la possibilità concreta anche a chi è nelle posizioni basse delle liste, di vedersi assegnare un alloggio. Il nostro lavoro più impegnativo, in questo momento, visto che si creerà di fatto un nuovo quartiere, è di valutare l’impatto sociale delle nuove assegnazioni che, pur rispettando l’ordine di graduatoria, andranno distribuite in modo tale da creare un insieme armonico».

(11/07/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags