Mercoledì 15 Ottobre 2008

All’istituto «Mario Negri» un open day per le scuole

Nell’ambito di Bergamo Scienza, l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri organizza nelle sue sedi dei Laboratori Negri Bergamo e del Centro di Ricerche Cliniche per le Malattie Rare “Aldo e Cele Daccò”, a Ranica, un open day dedicato alle scuole, in programma giovedì 16 ottobre 2008, dalle 9.30 alle 13.Le visite ai laboratori saranno guidate dai ricercatori dell’Istituto e gli studenti potranno provare a condurre attivamente alcuni piccoli esperimenti. A Bergamo, con il microscopio si potranno osservare le singole cellule e come sono organizzate all’interno di un tessuto biologico. Un posto di rilievo avranno le cellule staminali, per capirne le caratteristiche e l’impiego in campo sperimentale e clinico. Un percorso nella biologia molecolare consentirà di approfondire i meccanismi del DNA, sarà possibile isolarlo da campioni biologici e analizzare le possibili alterazioni responsabili dell’insorgenza di malattie. A Ranica, presso il Centro Daccò, il percorso prevede una visita al Centro di Informazione per le Malattie Rare e al Day Hospital. Nei laboratori di ricerca, gli studenti potranno osservare come vengono coltivate le cellule; potranno conoscere quali analisi servono per identificare le alterazioni nei geni che sono responsabili di malattie rare. Presso l’Unità di Bioingegneria, si potranno osservare le immagini della ricostruzione tridimensionale di organi e tessuti. Grazie all’utilizzo di modelli matematici, sarà possibile studiare il flusso del sangue nei vasi sanguigni in condizioni normali e di malattia.La scienza e la ricerca scientifica sono i segnali attraverso cui si misura la vitalità e il rinnovamento di una nazione. In Italia, negli ultimi anni si è registrato un forte calo nelle iscrizioni alle facoltà scientifiche. Questa iniziativa nasce dalla convinzione che, per gli studenti, può risultare un’esperienza importante, anche decisiva in vista di un orientamento e di un percorso di studi futuro. Ai giovani, infatti, è affidato il compito di costruire un Paese moderno, basato sul progresso tecnologico.La formazione dei giovani è, oltre a quella di ricerca, una delle missioni dell’Istituto Mario Negri, che da anni contribuisce con molteplici iniziative alla diffusione della cultura scientifica in campo biomedico. In questo ambito, numerosi ricercatori del Mario Negri ogni anno tengono lezioni nelle scuole di Bergamo e provincia, migliaia di studenti hanno visitato i laboratori, 96 studenti delle superiori hanno frequentato un periodo di stage, 241 studenti universitari hanno preparato la loro tesi di laurea in Istituto, 620 giovani ricercatori si sono formati nelle due sedi di Bergamo e Ranica.(15/10/2008)

a.ceresoli

© riproduzione riservata