Ammacca   auto con un tombino, arrestato «Non ricordo, ho bevuto 15 litri di birra»

Ammacca auto con un tombino, arrestato
«Non ricordo, ho bevuto 15 litri di birra»

È saltato sui cofani di cinque automobili posteggiate a Calusco d’Adda e, non contento, ne ha anche colpite alcune con un tombino di ghisa preso dalla strada, rompendo diversi finestrini e ammaccando pesantemente le carrozzerie.

Scoperto dai proprietari, in manette per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale è finito H. Q., marocchino di 22 anni, residente a Calusco e, tra l’altro, con un precedente analogo. Un anno fa, infatti, era finito in manette dopo aver sfondato da ubriaco la vetrina di un supermercato sempre a Calusco. A dare l’allarme ai carabinieri del radiomobile di Zogno, nella tarda serata di martedì, sono stati alcuni proprietari di auto che, dalle loro abitazioni, hanno assistito impotenti alla devastazione delle vetture ad opera del giovane marocchino, completamente ubriaco.

Arrestato, mercoledì 26 agosto è stato processato per direttissima e si è difeso così: «Non ricordo nulla: alcuni miei amici mi hanno offerto da bere per tutto il pomeriggio e io ho bevuto 15 litri di birra». L’arresto è stato convalidato con obbligo di firma quotidiano, il processo aggiornato al 30 settembre per valutare un tentativo di risarcimento agli automobilisti.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola giovedì 27 agosto 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA