Venerdì 26 Dicembre 2008

Anche da Calolziocorte proteste sul nuovo orario

Anche a Calolziocorte e nella Valle San Martino si registrano critiche al nuovo orario dei trasporti ferroviari. La questione è arrivata anche in Consiglio comunale e a sollevarla è stato il consigliere Corrado Conti del gruppo di centrosinistra «Uniti per Calolziocorte», utente interessato dovendo utilizzare per lavoro il trasporto ferroviario nel tratto tra Calolziocorte e Lecco. Durante la seduta politica sono stati evidenziati i disagi per il ritardo del treno da Bergamo con arrivo a Calolziocorte alle 7,34, che viene utilizzato da lavoratori e studenti. I ritardi di 15 minuti hanno fatto registrare le proteste di lavoratori e studenti e da qui la richiesta al primo cittadino Paolo Arrigoni perchè si faccia carico del problema, «in modo che vengano eliminate le situazioni di disagio», in vista della ripresa dell’attività scolastica e di quella lavorativa, dopo le feste natalizie. Il sindaco ha assicurato l’interessamento per l’eliminazione dei disagi, con il coinvolgimento anche della società dei trasporti lecchesi per i collegamenti degli orari tra treni e pullman, che in questi giorni sta procurando disagi tra gli utenti.Da segnalare anche la presa di posizione della «Casa delle sinistre», a firma dei consiglieri comunali Corrado Conti e Eleonora Rota, che in un comunnicato chiedono alla Regione «la validità dell’abbonamento di dicembre anche per gennaio, in segno di risarcimento dei disagi patiti».(26/12/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata