«Anche io credevo fosse amore» Un video contro la violenza sulle donne

«Anche io credevo fosse amore»
Un video contro la violenza sulle donne

Un no secco contro la violenza sulle donne. Un modo per dirlo? Un libro, un video, ma anche un sms.

Mercoledì 19 novembre, a pochi giorni dal 25 novembre, Giornata internazionale dell’eliminazione della violenza contro le donne, l’associazione Fare x bene onlus lancia la sua campagna di comunicazione, sensibilizzazione e raccolta fondi per un concreto aiuto ai progetti di accoglienza, assistenza e consulenza legale e psicologica alle vittime di abusi e violenze, soprattutto donne e madri e al progetto Di Pari Passo, percorso di educazione all’affettività e alle differenze di genere, contro ogni forma di discriminazione, bullismo e cyber bullismo nelle scuole secondarie di primo e secondo grado in tutta Italia.

Eva Riccobono sul set

Eva Riccobono sul set

Testimonial della campagna è Valentina Pitzalis, giovane donna, che a ventisette anni, il 17 aprile 2011, è stata cosparsa di cherosene da suo marito che le ha dato fuoco, morendo lui stesso tra le fiamme. Lei si è svegliata in un letto di ospedale con il volto completamente sfigurato, una mano amputata e l’altra gravemente danneggiata dalle fiamme, così come il resto del corpo. Valentina ha deciso di raccontare questa sua esperienza in un libro, «Nessuno può toglierti il Sorriso», scritto con Giusy Laganà, edito da Mondadori, diventando un simbolo della lotta alla violenza di genere.

Pronto anche uno spot tv mentre la campagna di sms solidale, al numero 45594, è attiva fino al 30 novembre e si potrà, quindi, inviare un sms solidale del valore di 2 euro da cellulari personali e 2 o 5 euro con chiamata da rete fissa. La Campagna ha visto coinvolte per la causa le migliori eccellenze del panorama italiano, che hanno realizzato un progetto di altissima qualità. Tutti gli attori coinvolti si sono resi disponibili per sostenere e dare la possibilità a Valentina di centrare gli obiettivi della onlus. Lo spot, che sarà in onda dal 23 novembre, porta la firma di Federico Brugia, regista pubblicitario tra i più quotati a livello nazionale ed internazionale.

«Firmare la regia di questa campagna – spiega Federico Brugia - è stato emozionante, è uno dei progetti più forti e sentiti da quando ho cominciato a fare questo mestiere. Ho voluto trattare un argomento cosi attuale e cosi delicato in maniera “shock”. Il mio obiettivo in questo film è scuotere chiunque lo veda: un mondo glamour e patinato che enfatizza la triste realtà della violenza sulle donne. Questa campagna non passerà inosservata e avere conosciuto Valentina e la sua forza ha maggiormente sottolineato i miei intenti».

Il progetto ha visto, inoltre, la partecipazione della famosa stylist Micaela Sessa che ha gestito tutto con gli stilisti e con la modella. I marchi moda che hanno gentilmente aderito al progetto sono Prada, Miu Miu, Tods e Dsquared; mentre la modella Eva Riccobono ha appoggiato con entusiasmo la mission di Valentina e Fare x Bene, prestando la sua immagine per la riuscita del progetto.

Altro importante protagonista del progetto è Elio Fiorucci, che con la sua solita generosità non solo ha aderito subito al progetto, ma ha ideato il logo di Fare x Bene, donandolo alla Onlus, della quale è diventato ambasciatore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA