Giovedì 07 Luglio 2005

Anche l’Italia nel mirino, potenziati i servizi di controllo e sicurezza

«Il livello di sicurezza in Italia é quello in atto da tempo. Abbiamo già preso delle misure che intendiamo rafforzare». La dichiarazione è del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che dal vertice del G8 aggiunge: «Serve una vigilanza attenta, nella consapevolezza che anche l’Italia è esposta. Bisogna innalzare i livelli di difesa con la consapevolezza che il terrorismo è un cancro con cui dobbiamo fare i conti e verso il quale non ci deve essere nessuna timidezza». E i servizi di sicurezza e controllo sono già stati potenziati negli aeroporti della Lombardia. Negli scali milanesi di Linate e Malpensa, in quello bergamasco di Orio al Serio e in quello bresciano di Montichiari sono stati rafforzati i controlli e aumentati gli agenti addetti.

Il tutto però avviene generalmente in modo da evitare il diffondersi di allarmismi. Molto del personale di sicurezza opera infatti in abiti civili e con discrezione, anche proprio per evitare eccessive preoccupazioni tra i passeggeri. I bagagli vengono controllati con ancora maggiore attenzione come previsto in questi casi. Sorveglianza molto attenta anche nella metropolitana e nelle principali stazioni ferroviarie. Non vi sono state comunque fino ad ora ripercussioni sul traffico aereo verso Londra dagli aeroporti milanesi. Le uniche cancellazioni di voli (41 in partenza fra Linate e Malpensa) riguardano lo sciopero Alitalia ed erano già previste.

(07/07/2005)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags