Martedì 30 Settembre 2003

Apt, affluenze record sul territorio per tutta l’estate

Finita l’estate, arriva la relazione dell’Azienda di Promozione turistica Bergamasca: «E’ stata un’ottima stagione estiva - spiega Enrico Sarti, presidente dell’Apt - sicuramente grazie al bel tempo di questi ultimi mesi, ma soprattutto al lavoro di gruppo e alle attività e inziative che i Comuni, le comunità locali e la Provincia hanno organizzato sul territorio, portando tantissimi turisti nelle nostre località».Valorizzazione delle ricchezze del paesaggio e organizzaizone di attività culturali e artistiche, di svago e divertimento: «Ne è stato un esmpio la valorizzazione del Lago d’Iseo che è stato investito da unìaltissimo flusso di turisti - continua Sarti -. A dare valore aggiunto al turismo sono state proprio le proposte che la comunità locale ha organizzato per la stagione stiva, occasioni valide di svago, ma aanche attività culturali, inziiative enogastronomiche, eventi dedicati all’infanzia. Tutte attività che hanno saputo rispondere con precisione alle richieste dei turisti».

Sono infatti loro i protagonisti della vita turistica della Bergamasca: «Si tratta in particolare di persone provenienti dalla provincia bergamasca e milanese. Molti possiedono una casa nelle nostre località, ma parecchi sono coloro che hanno trascorso per la prima volta da noi le loro vacazne - spiega Sarti -. Come sempre sono nel mese di luglio anziani e famiglie con bambini. In agosto si assiste invece ad un aumento di giovani e ragazzi». Analisi del territorio e affluenza visitatoriBERGAMO - CITTA’ BASSA - I dati relativi all’afflusso di visitatori allo sportello ubicato nella sede di APT di bergamo evidenziano un buon movimento durante la stagione stiva appena terminata. Rispetto agli anni precedenti è aumentato il numero di utenti e soprattutto è aumentata la percentuale di stranieri. Da 1.653 utenti del trimestre giugno/agosto 2001, si è passati a 2528 del 2002, fino a raggiungere quota 3411 durante lo stesso periodo di quest’anno.

BERGAMO - CITTA’ ALTA - Anche i dati dell’ufficio informazione e accoglienza turistica presente in Città Alta ha evidenziato un buon flusso turistico, in costante aumento rispetto agli anni precedenti. Nel 2003, da giugno ad agosto, si segnalano 11.143 visitatori che si sono rivolti a questo ufficio, contro i 10.788 del 2002 e i 8.329 dell’anno precedente.

ALTOPIANO SELVINO - AVIATICO - L’ufficio di Selvino ha fatto registrare una lieve flessione nelle presenze estive. Leggermente inferiori quelle di luglio, è invece cresciuta l’affluenza nel mese di giugno, complice il bel tempo.

VALLE SERIANA E VALLE DI SCALVE - L’ufficio della Valle Brembana presente a San Pellegrino terme ha registrato un lieve incremento di visitatori rispetto agli anni precedenti: le presenze durante il periodo compreso tra giugno e agosto 2003 hanno raggiunto infatti le 4.280 unità contro le 4.156 del 2002 e le 3.907 del 2001. Un dato particolarmente significativo è dato dal numero crescente di stranieri che si sono rivolti a questo ufficio.

ALTO SEBINO - Durante il periodo estivo di quest’anno sono stati 8.113 i visitatori rivolti all’ufficio, con un incremento superiore a 1.300 unità rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche in questa zona sale la presenza degli stranieri: numerosi hanno infatti trascorso qualche giorno di vacanza sulle sponde del Sebino, in particolare turisti tedeschi, seguiti a distanza da francesi e inglesi.

BASSO SEBINO - E’ stata una buona estate anche per l’area del Basso Sebino: la Pro Loco di Sarnico ha visto un ottimo incremento del numero di visitatori nel suo ufficio. Nel periodo da giugno ad agosto le presenze sono state di 2583, ben 819 in più rispetto al 2002. Anche in questa zona la presenza di turisti stranieri di attesta sul 20 per cento.

VALLE CAVALLINA - Una stagione tranquilla quella di questa valle dove il turismo è solitamente fugace: molte infatti sono le persone che affollano la zona e soprattutto il Lago di Endine la domenica o i fine settimana. Le richieste pervenute all’ufficio sono state soprattutto per visite culturali all’oratorio di Villa Suardi, per itinerari escursionistici ed alberghi per gli ospiti delle Terme. Gli stranieri sono il 15 per cento, con una maggioranza di francesi (il 6%).

ISOLA BERGAMASCA - Il boom si è registrato nel mese di giugno, periodo quest’anno privilegiato per le gite fuoriporta. La località di Sotto il Monte è assai apprezzata come meta per il turismo religioso ed è un punto di partenza importante per escursioni in varie località della provincia, soprattutto la Valle Imagna e la zona dell’Isola Bergamasca. In soli tre mesi estivi sono 14.677 le presenze alla Pro Loco di Sotto il Monte.

PIANURA BERGAMASCA OCCIDENTALE - Anche dalla Pro Loco di Treviglio emerge soddisfazione per il lavoro svolto quest’estate. Gli utenti che visitano l’ufficio, che funge da centro di riferimento per tutto il comprensorio, sono triplicati rispetto gli scorsi anni. Molti visitatori sono gente del posto, ma aumentano le richieste da parte di utenti provenienti da fuori provincia e regione.

PIANURA BERGAMASCA ORIENTALE - Sarà aperta a giorni la Pro Loco di Martinengo, un ufficio che potrà valorizzare le bellezze culturali della zona e favorire iniziative che apporteranno sempre più visitatori in questa zona. C’è già infatti un crescente interesse per la riscoperta dei sentieri di campagna e le vecchie cascine che la zona offre.

VALLE IMAGNA - Buona l’adesione alle manifestazioni organizzate durante tutto il corso dell’estate e soprattutto nel mese di agosto. In particolare sono state apprezzate le manifestazioni culturali e quelle enogastronomiche, come l’organizzazione di sagre di prodotti locali, tese alla valorizzazione e promozione del territorio.«Gli ottimi risultati non devono però farci dimenticare i progetti ancora aperti - continua il presidente dell’Apt Sarti -. Mancano ancora infrastrutture idonee che favoriscano l’incremento del turismo in montagna, ma soprattutto è necessario sforzarsi per progettare d’equipe attività di interesse, promuovendo in modoc apillare i diversi abcini di affluenza».Serve anche una corretta cultura all’ospitalità: «E per questo rimane ancora aperta la questione della sede dell’Apt in Città Alta, in una zoan poco fruibile al pubblicoe la necessità di aprire uno sportello all’aeroporto di Orio al Serio per dare assistenza ai tanti turisti che raggiundo Bergamo attraverso questo mezzo di trasporto».Nel frattempo è molto utilizzato dai turisti in procinto di raggiungere il territorio bergamasco il sito internet dell’Apt, all’indirizzo www.apt.bergamo.it il cui numero di visitatori è in continua crescita: «Dal 1° gennaio ad oggi - conclude Sarti - abbiamo raggiunto ben 300.000 visitatori».(30/09/2003)

f.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags