Attenzione al forte vento! Allarme venerdì in Lombardia

Attenzione al forte vento!
Allarme venerdì in Lombardia

Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia ha emesso un avviso di criticità moderata per rischio vento forte dalle ore 9 alle 24 di venerdì 27 marzo.

A partire dalle prime ore di domani una graduale espansione di una struttura anticiclonica di origine atlantica determinerà sui settori occidentali della regione ampie schiarite e contestualmente forti correnti in quota e un graduale aumento del gradiente barico a monte e a valle della catena alpina, che daranno origine ad una intensificazione del fenomeno con venti a carattere di favonio che interesseranno la fascia alpina, prealpina e di pianura occidentale anche alle basse quote.

A partire dalla tarda mattinata avrà origine una intensificazione dei venti, che interesseranno arealmente le Alpi e Prealpi occidentali, tutta la Pianura occidentale, con valori più significativi sui settori più occidentali compresi tra Lomellina, Milanese e Varesotto. Non si escludono venti localmente intensi anche nell’area dell’Oltrepò pavese e, nelle ore pomeridiane, sui rilievi alpini di confine della Media-bassa Valtellina.

Il Centro polifunzionale suggerisce ai presidi territoriali di prestare attenzione e un’adeguata attività di sorveglianza alle situazioni di criticità per rischio vento forte che possono generare: pericoli diretti sulle aree interessate dall’eventuale crollo d’impalcature, cartelloni, alberi (particolare attenzione dovrà essere rivolta a quelle situazioni in cui i crolli possono coinvolgere strade pubbliche e private, parcheggi, luoghi di transito, servizi pubblici, reti elettriche e telefoniche); pericoli sulla viabilità, in particolare nei tratti stradali più vulnerabili al rischio vento forte (viadotti, zone soggette a raffiche di vento) e circolazione di mezzi pesanti; pericoli nello svolgimento delle attività esercitate in alta quota; problemi per la sicurezza dei voli amatoriali e delle attività svolte sugli specchi lacustri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA