Sabato 30 Agosto 2014

Avis, si cambia: «Ora scelgo l’ora»

Ci si deve prenotare per le donazioni

La riunione nella sede dell'Avis

Dal primo ottobre per accedere alla donazione, per diventare nuovo donatore e per le visite periodiche sarà necessario prenotare l’appuntamento. Un cambiamento culturale e organizzativo - fino ad oggi l’accesso era libero - finalizzato a rispondere con sempre maggior efficacia ai bisogni dei malati e un valore aggiunto per i donatori che vedranno ridursi i tempi di attesa.

A presentare il progetto ai 158 presidenti comunali delle sezioni Avis sono intervenuti stamattina, sabato 30 agosto, nella sede Avis del Monterosso, il presidente provinciale Oscar Bianchi, la vicepresidente Elisabetta Lanfranchi e il segretario Artemio Trapattoni.

«La richiesta di supporto che perviene dal mondo sanitario - ha spiegato Bianchi - sta subendo dei cambiamenti causati sia dall’evoluzione dei sistemi organizzativi, sia dal progresso nel campo della terapia medica, che sta determinando un migliore utilizzo delle disponibilità di sangue ed emocomponenti. È importante quindi che la nostra Associazione, come sempre, sia pronta per offrire il suo contributo fondamentale al fabbisogno di sangue. La nuova programmazione su prenotazione va infatti in questa direzione, garantendo tra l’altro un miglior servizio al donatore attraverso la riduzione dei tempi di attesa».

In sintesi i vantaggi saranno quelli di poter programmare le disponibilità; di poter tipicizzare la donazione a secondo del fabbisogno; di pianificare il lavoro degli operatori sanitari e i servizi agli avisini, e infine di ottimizzare la gestione della raccolta in particolari periodi dell’anno evitando picchi di presentazione o sensibili riduzioni come avviene ad esempio durante l’estate.

Prenotare sarà semplicissimo e si potrà fare con più strumenti: via web sulla «Pagina del donatore7 del sito www.avisbergamo.it,; presso la sede Avis provinciale di Bergamo dove sono state realizzate postazioni self service con il supporto di personale dedicato; rivolgendosi alla propria Avis comunale e telefonicamente al numero 035.342222 dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e il sabato dalle 8,30 alle 12.

Dal primo aprile 2015 il progetto si completerà con l’estensione a tutte e nove le articolazioni organizzative periferiche (Aop) di Avis che si trovano presso gli ospedali dei seguenti paesi: Calcinate, Gazzaniga, Piario, Ponte San Pietro, Romano di Lombardia, Sarnico, San Giovanni Bianco, Trescore e Zingonia.

© riproduzione riservata