Babbo Natale già arrivato La sua Casa è a Gandino

Babbo Natale già arrivato
La sua Casa è a Gandino

È buono, forte e generoso: per questo Babbo Natale è sicuramente… bergamasco. Ne sono convinti i dinamici elfi della Fattoria Ariete, impegnati nel preparare per domenica 23 novembre l’inaugurazione della Casa Bergamasca di Babbo Natale, che quest’anno trova sontuosa location a Gandino, nel suggestivo contesto dell’antico chiostro affrescato di S.Maria ad Ruviales, con l’annesso complesso disposto su tre piani.

Il progetto approda a Gandino dopo che in otto anni è cresciuto in maniera esponenziale, grazie a migliaia di visitatori che ne hanno fatto un’attrazione irrinunciabile in occasione delle Feste, stimolando in qualche caso anche maldestri tentativi di imitazione.

A sostenere il progetto ci sono in prima fila Distretto del Commercio de «Le Cinque terre della Val Gandino» (che unisce i comuni di Gandino, Casnigo, Leffe, Peia, e Cazzano S.Andrea), associazione «I Negozi per Gandino», Pro Loco, Comunità del Mais Spinato e Gruppo Alpini. Decisivo l’appoggio della Fondazione Cecilia Caccia Del Negro, che ha messo a disposizione l’intero complesso di oltre 4.000 metri quadrati. Sino al 2005 ospitava la Casa di Riposo e tuttora in cerca di una conversione che ne renda pienamente fruibili spazi e pregiate architetture. Qui c’era un tempo l’antico convento francescano, ora valorizzato da spettacolari allestimenti scenografici, a cominciare dall’incredibile Sala Capitolare, un unicum architettonico con volta ad ombrello.

Babbo Natale a Gandino

Babbo Natale a Gandino

La Casa Bergamasca di Babbo Natale sarà aperta tutti i sabati e festivi (ma anche mercoledì 24 e venerdì 26 dicembre). Il biglietto d’ingresso (eccezionalmente gratuito per tutti i bambini domenica 23 novembre) comprende anche la possibilità di visitare il Museo dei Presepi, a pochi passi dalla Basilica di S.Maria Assunta. È un’esposizione con oltre 500 rappresentazioni della Natività giunta da ogni parte del mondo, fra cui alcuni pezzi unici come la miniatura lignea brasiliana donata da Papa S.Giovanni Paolo II, il presepe in oro e vetro di Murano di Archimede Seguso o le Ante Lignee dell’antica chiesa di S.Maria.

Presso la Casa i bambini potranno scrivere la propria letterina, decorare addobbi, scoprire le segrete stanze di Babbo Natale, incontrarlo personalmente (ricevendo un piccolo dono), divertirsi in vari laboratori (fra cui alcuni a tema Mais Spinato) e salutare gli animali della fattoria allestita nel parco. In centro storico ci saranno opportunità commerciali e «merende a tema» in molti locali.

Il «Concorso della Letterina» assegnerà a sorteggio visite gratuite (con tutta la propria classe!) alla Fattoria Didattica Ariete e alle miniere della Val del Riso. La Casa Bergamasca di Babbo Natale è visitabile dalle 14 alle 18, biglietto d’ingresso 7 euro. Bambini fino ai 3 anni gratis. Info su www.lacasadibabbonatale.info oppure al numero 347.3240391.


© RIPRODUZIONE RISERVATA